Tutti gli articoli di admin

Trading online: focus sulle piattaforme

Il successo nel trading online dipende da diversi elementi, alcuni fattori pesano molto, altri meno. Ma c’è un fattore decisivo, quello che probabilmente può fare la differenza tra un trading online che fa guadagnare e un trading online che fa perdere: la piattaforma.

Per questo motivo è fondamentale dedicare un articolo approfondito alla scelta delle piattaforme di trading online. Perché solo una buona piattaform di trading garantisce profitti elevati, anche il trader migliore in assoluto se si trova ad operare con una piattaforma di bassa qualità sicuramente perde tutto rapidamente.

Ma perché le piattaforme trading sono così difficili da scegliere? Andiamoci piano. Qui nessuno ha detto che scegliere la piattaforma per fare trading sui mercati finanziari sia una cosa difficile. In fondo basta tener d’occhio alcuni semplici elementi per riuscire a scegliere al meglio la piattaforma e guadagnare.

Piattaforme trading migliori

Nessuno ha la bacchetta magica o la sfera di cristallo, nessuno può dire quali sono le piattaforme trading migliori. La verità è che non esistono. Perché la scelta è sempre e comunque soggettiva. Se uno è principiante, non ha mai fatto trading in vita sua, probabilmente avrà bisogno di una piattaforma di trading diversa dal professionista che vive di trading da 10 anni. Non è l’unica distinzione ma è la più importante. Quello che possiamo dire, e non c’è bisogno di avere una bacchetta magica per farlo, è che sicuramente esistono delle piattaforme che sono migliori delle altre, piattaforme che si possono adoperare con sicurezza e che sono convenienti. All’interno di questo gruppo di piattaforme di trading, piuttosto ristretto per la verità, possiamo poi effettuare la nostra scelta in base alle nostre esigenze, ai nostri obiettivi, magari alle nostre semplici preferenze personali.

Ma quali sono le caratteristiche che le piattaforme di trading devono avere per rientrare in questo gruppo? Una prima caratteristica, imprescindibile, è la sicurezza. Se deposito i miei soldi su un conto di trading, devo essere assolutamente sicuro che li potrò prelevare quando voglio, devo essere sicuro che non ci saranno truffe o raggiri. L’unico modo per avere questa garanzia, è aprire il conto su una piattaforma di trading autorizzata e regolamentata da CONSOB. E’ questa la garanzia che i soldi saranno al sicuro. Operare con piattaforme non autorizzate da CONSOB è un vero e proprio suicidio finanziario, un suicidio che purtroppo molti trader inesperti compiono. Ma attenzione: operare con una piattaforma autorizzata CONSOB non è garanzia di guadagno, anzi. Perché non tutte le piattaforme CONSOB sono uguali.

Piattaforme trading gratis

Un primo aspetto da tenere in considerazione è il costo della piattaforma. Diciamo subito una cosa: le migliori piattaforme di trading online sono rigorosamente gratuite. Conviene operare esclusivamente con piattaforme gratis, che non applicano commissioni di nessun tipo nè esplicite e nè implicite. Purtroppo molte delle piattaforme più famose applicano commissioni sull’eseguito. Alcuni trader considerano le commissioni sull’eseguito come una vera e propria truffa legalizzata. Non ci vogliamo esprimere su questo elemento ma in effetti non è mai una buona idea pagare salatissime commissioni quando si può avere lo stesso servizio in modo completamente gratuito. Per fare un esempio di piattaforme di trading che applicano commissioni sull’eseguito, basta pensare a tutte quelle piattaforme che sono legate alle banche italiane, da Unicredit a Poste Italiane. Fare trading con questi sistemi non è mai una buona idea.

Ma allora come fanno a guadagnare o anche solo a pagare i costi di funzionamento le piattaforme di trading gratis? Queste piattaforme guadagnano (in modo onesto e trasparente) grazie allo spread, cioè alla differenza tra il prezzo a cui è possibile comprare e quello a cui è possibile vendere. Inutile dire che quando si vanno a scegliere le migliori piattaforme di trading online, conviene selezionare esclusivamente le piattaforme che applicano spread vantaggiosi.

Piattaforme trading confronto

A questo punto inizia a delinearsi il quadro: ci sono gli elementi fondamentali per mettere a confronto le piattaforme che sono la sicurezza, l’onestà e la convenienza economica. Una volta selezionate le piattaforme di trading autorizzate CONSOB che non applicano commissioni (e quindi sono da considerarsi gratuite) possiamo passare ad analizzare nel dettaglio le condizioni economiche per mettere a confronto le piattaforme. Attenzione però: il confronto tra le piattaforme va fatto solo tra quelle che sono rigorosamente gratuite e che sono autorizzate e regolamentate da CONSOB. Tutte le altre non vanno nemmeno prese in considerazione.

Ma quali sono i fattori principali su cui mettiamo a confronto le piattaforme? Ecco un elenco, anche se non esaustivo:

  • Spread vantaggiosi
  • Bonus gratis senza deposito
  • Bonus sul deposito
  • Facilità di utilizzo
  • Impegno formativo: webinar, seminari dal vivo, corsi gratuiti
  • Segnali gratis di trading
  • Effetto leva
  • Asset disponibili per il trading
  • Applicazione mobile
  • Supporto online

L’elenco potrebbe essere ancora più lungo ma questi sono effettivamente i fattori principali. Da notare che non tutti i fattori sono importanti per tutti i trader. Prendiamo ad esempio il bonus gratis senza deposito. Di solito si tratta di una somma molto piccola (si aggira sui 25 euro) che quindi fa gola ai principianti ma è snobbata dai principianti. Allo stesso modo il bonus sul deposito è più interessante per un professionista che di solito deposita somme elevate piuttosto che per un principiante che spesso si limita a depositare poche centinaia di euro.

Mettere a confronto due piattaforme di trading non è facile: è un lavoro soggettivo che può essere svolto esclusivamente basandosi su recensioni oggettive. In alcuni casi è consigliabile anche provare direttamente le due piattaforme per decidere quale davvero ci soddisfa.

Piattaforme trading professionali

Molto spesso i trader vanno alla ricerca di piattaforme di trading professionali. Ma quando possiamo definire professionale una piattaforma di trading? Una piattaforma per essere definita professionale deve essere sicura, onesta, conveniente e deve mettere a disposizione tutti i principali asset finanziari quotati. Possiamo dire che tutte le migliori piattaforme di trading sono anche da considerarsi piattaforme professionali.

Alle volte purtroppo si fa confusione e si confonde il concetto di professionale con il concetto di difficile e si considerano professionali piattaforme che funzionano male e sono complicate da usare proprio per il fatto che sono complicate. Facendo un’indagine seria tra le piattaforme che usano i veri professionisti dei trading online (non gli autoproclamati guru da forum) si scopre che le piattaforme che usano i trader milionari sono le stesse dei comuni mortali.

Solo un altro sito di trading online?

Diciamoci la verità. Di siti per il trading on line ormai ce ne sono tanti, tantissimi. Forse troppi. E noi che facciamo? Apriamo un altro sito sul trading online. Solo un altro sito? Solo un’altra guida? No, molto di più. La differenza è che noi il trading on line lo facciamo veramente. La differenza sta nel fatto che noi viviamo di trading. Ecco perché abbiamo deciso di aprire questo nuovo sito che parla di trading online: per far sentire la voce di coloro che il trading lo fanno tutti i giorni.

Quanti cialtroni aprono un sito di trading solo per farsi belli? Magari poi non sanno nemmeno che cosa è un’azione. Ecco ci siamo capiti.

Quali sono gli argomenti principali che tratteremo su questo sito?  Cercheremo soprattutto di spiegare, per filo e per segno, come si fa a guadagnare soldi con il trading. E qual è il segreto? Semplice. Cominciare a operare con strumenti giusti, con broker affidabili e sicuri e avere sempre chiaro in mente che cosa è il trading online.

Il trading on line non è una truffa, come qualcuno scrive sui forum, ma non è nemmeno un metodo per fare soldi facili senza fare niente e senza saper fare niente. Il trading on line è un modo per guadagnare soldi (tanti) sfruttando le oscillazioni naturali degli asset quotati sui mercati finanziari. Come si fa a guadagnare con il trading? Semplice, bisogna prevedere queste oscillazioni. Poi gli strumenti tecnici che si possono utilizzare per sfruttare le oscillazioni stesse sono diversi, dalle opzioni binarie ai contratti per differenza. Ci occuperemo anche di questo, in modo approfondito.

In effetti tratteremo tutti gli aspetti con semplicità
, senza utilizzare inutili paroloni. Qualche settimana fa abbiamo parlato con un giovanissimo aspirante trader che aveva speso più di 1.000 euro per seguire un corso di trading on line. Ebbene, questo ragazzo non aveva capito nulla di tutto il corso, solo la parola Fibonacci gli era risuonata nella testa per due giorni di fila. Detto per inciso, quando aveva provato a farsi rimborsare il corso, venduto con la formula del soddisfatti o rimborsati, era stato letteralmente mandato a quel paese (meglio, era stato mandato da qualche altra parte ma non possiamo riportare l’espressione effettivamente usata per ragioni di decenza).

Tutto questo per dire che oggi come oggi, in Italia, ci mangiano troppe persone nella formazione sul trading on line ed è quindi ovvio che la qualità del materiale didattico disponibile sia bassa. Per essere precisi, la maggior parte dei corsi non sono inutili, sono dannosi.