Analisi Tecnica: Le Basi

Quali sono i fondamenti dell’analisi tecnica? L’analisi tecnica è lo strumento più utilizzato dai trader di tutto il mondo, in quanto consente di capire il presente, ottenendo spunti per il futuro, semplicemente analizzando la situazione passata dei prezzi.

Per un’analisi corretta e di alto livello su una coppia forex, ma anche per le azioni, indici e materie prime, è di fondamentale importanza conoscere le basi dell’analisi tecnica. Per fare l’analisi tecnica di un qualunque mercato, bisogna capire come si muovono i prezzi di un mercato sul grafico.

L’analisi tecnica, studia la domanda e l’offerta che ci sono sul mercato, per determinare in quale direzione futura un mercato si muoverà. La base principale dell’analisi tecnica è quindi quella di studiare il sentiment di mercato.

Che cosa è l’analisi tecnica?

Definizione Analisi Tecnica: l’Analisi Tecnica è un metodo di valutazione di un certo mercato, grazie all’analisi dei dati che sono stati generati attraverso l’attività sul mercato.

L’analisi tecnica, utilizza i grafici e altri strumenti che vengono sfruttati per identificare i pattern di mercato, ovvero delle configurazioni che possono aiutare a suggerirne l’andamento futuro.

Esistono diversi tipi di analisi tecnica: molti utilizzano i pattern, altri gli indicatori o oscillatori, altri utilizzano un mix di tutte queste tecniche. L’uso del prezzo storico è però l’aspetto che la fa da padrone in questo contesto.

Per chi studia i grafici attraverso l’analisi tecnica, non importa moltissimo se un cambio valutario o un indice di borsa è sottovalutato o sopravvalutato. L’unica cosa che conta, per una persona che utilizza giornalmente l’analisi tecnica, sono l’andamento passato del prezzo, e le informazioni che si posso ricavare dai movimenti futuri.

Le basi dell’Analisi Tecnica

Le basi dell’analisi tecnica, sono fondate essenzialmente su 3 principi base.

1. Il mercato sconta tutto: gli scettici che denigrano l’analisi tecnica, affermano che quest’ultima non considera i fattori fondamentali, come ad esempio le news economiche. In realtà però, l’analisi tecnica si basa sul fatto che il cambiamento del prezzo su un dato mercato, è in realtà un fattore macroeconomico, in quanto il prezzo rappresenta tutto ciò che ha influenzato o potrebbe influenzare il mercato.
Gli analisti tecnici, credono infatti che i fondamentali, assieme agli svariati dati economici e sentiment di mercato, siano già ben prezzati sulla quotazione, rendendo quindi trascurabile l’analisi “separata”

2. I prezzi si muovono in base ai trend: Secondo gli esperti di analisi tecnica, i movimenti di prezzo che ci sono su un mercato, seguono precisamente l’andamento di un trend (almeno sul lungo termine). Dopo la conferma di un trend quindi, il movimento futuro del prezzo può verificarsi verso la solita direzione del trend. Infatti, gran parte dell’analisi tecnica, si basa proprio su questo principio.

3. La storia, si ripete: è proprio vero, la storia tende a replicarsi nel tempo. I prezzi hanno una natura estremamente ripetitiva. Le Onde di Elliot (che si basano su un’altro indicatore fondamentale, Fibonacci) sono infatti un esempio di come i mercati si muovono in Cicli.

Forex Trading

Il Forex Trading è senza troppi giri di parole, uno dei metodi d’investimento più redditizi, e forse anche il meno rischioso. Attraverso il Forex trading, è infatti possibile investire nel grandissimo mercato delle valute, mercato che macina ogni giorno miliardi e miliardi di dollari in contrattazioni, che hanno incoronato questo mercato come il più prolifico al mondo.

Ma come funziona il Forex Trading?

Per spiegare come funziona il mercato delle valute, senza troppe perdite di tempo, è consigliabile utilizzare un esempio.

Esempio: mettiamo che la prossima settimana dovremo partire per gli Stati Uniti, e decidiamo dunque di andare a scambiare 1000 euro  in dollari, ci verrà dato il corrispettivo in dollari allo sportello Western Union, o quello dell’aeroporto. Se la forza del dollaro dovesse essere stata maggiore e quella dell’euro minore (o un mix dei due), il numero di dollari che avremmo ricevuto sarebbe stato minore. Se invece la forza del dollaro dovesse essere stata minore e quella dell’euro maggiore (o un mix dei due), il numero di dollari che avremmo ricevuto, sarebbe stato maggiore.

La forza del dollaro, è misurata dal prezzo. Nell’esempio, precedente, il grafico di prezzo che governa il cambio EURO per DOLLARI è il seguente, EUR/USD:

Forex-Trading-Grafico

Il grafico di prezzo in questione, riassume tutti i cambiamenti che ci sono stati dal 2008 ad oggi. Come è possibile notare da questo grafico, negli ultimi 10 anni circa, il valore dell’Euro è crollato, e quello del dollaro è aumentato sensibilmente.

Questo significa che per scambiare quei fatidici 1000 euro, noi italiani ci avremmo guadagnato estremamente di più nel 2008, invece che adesso, dove l’Euro vale praticamente carta straccia rispetto a 10 anni fa.

Se 1 euro valeva ben 1,50 dollari nel 2008 e oggi ne vale soltanto 1,13, questo significa che per 1000 euro noi nel 2008 avremmo ricevuto ben 1500 dollari, e oggi soltanto 1130! Stiamo parlando di una svalutazione di 370 dollari nel giro di poco meno di 10 anni, un bel gruzzoletto se si tratta di andare in vacanza negli Stati Uniti! Ovviamente poi vanno calcolati tanti altri fattori, come il potere d’acquisto, ma adesso ci stiamo concentrando semplicemente sulla valuta, in modo da semplificare le cose, da bravi economisti.

Cosa significa questo? Significa che l’Euro è una valuta molto meno competitiva per chi deve andare negli USA a spendere, ma molto competitiva per chi deve venire da noi in Italia, ad esempio, a farsi le vacanze, per non parlare delle aziende estere che devono importare merci dall’Italia, e quindi delle aziende italiane che vogliono esportare negli USA, gli svantaggi ci sono, ma non per le esportazioni in questo caso.

Questa è quindi una spiegazione semplice di come funziona il mercato delle valute, ma quando si tratta di fare Forex Trading, come funziona?

Forex Trading, come funziona?

Il Forex Trading, consiste nello speculare nei mercati valutari. Attraverso i CFD è possibile contrattare nelle coppie valutarie in maniera molto semplice. Pensiamo che EUR/USD salirà? Bene, clicchiamo su BUY e aspettiamo che la posizione vada in profitto, per guadagnare. Il bello del Forex, è che si può speculare anche al ribasso! Questo significa quindi che se crediamo che la coppia EUR/USD vada al ribasso, è possibile anche premere sul bottone VENDI, per guadagnare anche in caso di ribasso del mercato.

Le valute sono influenzate principalmente dai tassi d’interesse, quindi è buona norma tenere sempre d’occhio questi valori. Il calendario economico è uno degli strumenti più utilizzati dai trader forex, che ogni giorno fa trading sui mercati valutari tenendo sempre d’occhio sia l’analisi tecnica, che quella macroeconomica.

Opzioni Binarie: sono semplici da usare?

Sempre più persone oggigiorno decidono di abbandonare il classico investimento in Buoni Fruttiferi Postali, conto in banca classico, azioni o forex, per decidere di spostare i propri soldi in un veicolo d’investimento ben più redditizio, che promette di raddoppiare il proprio conto anche in pochi minuti. Ad esempio, se investo 10 dollari, quest’ultimi possono diventare 20 nel giro di qualche secondo, in maniera del tutto indolore. Si chiamano opzioni binarie, oppure operazioni binarie.

Ma non stiamo parlando della “Moltiplicazione del pane e dei pesci” ovvero un miracolo di Gesù descritto nei Vangeli, ma stiamo parlando di un qualcosa che viene fatto oggi e non circa 2000 anni fa. Le opzioni binarie sono tuttavia uno strumento d’investimento molto rischioso, e che non consigliamo a tutti, in quanto può essere perso tutto il capitale in pochissimo tempo, se non si è attenti e oculati negli investimenti.

Vengono chiamate opzioni binarie, tutte quelle tipologie di investimenti che permettono agli investitori di guadagnare e operare in modalità facile e veloce sui vari mercati finanziari, con le opzioni binarie è possibile investire in tutti quei mercati ai quali siete sicuramente abituati (se non lo siete vi abituerete in poco tempo, vista la facilità):

1. Valute
2. Materie Prime
3. Azioni
4. Indici

Le opzioni binarie sono senza dubbio uno dei metodi d’investimento più semplici dove investire i propri soldi, e sono inoltre allo stesso dei sistemi d’investimento che non potrebbero sembrare di facile utilizzo agli investitori classici.

Caratteristiche Opzioni Binarie

Le opzioni binarie hanno delle caratteristiche molto particolari, tutte essenzialmente molto vincenti, che permettono di:

– Avere dei rendimenti elevati anche in poco tempo (fino a 30-60 secondi). Il rendimento massimo può variare in base al broker scelto, molti offrono dei rendimenti superiori all’80%.
– Piattaforma e concetti semplici
– Il rischio/Rendimento si conosce già ancor prima di aprire la posizione a mercato, esiste inoltre anche lo stop loss, che serve per massimizzare le vincite e minimizzare le perdite

Come si fa trading con le opzioni binarie?

opzione-binarie-esempio

Il trading con le opzioni binarie è molto semplice, come potete vedere dall’immagine dell’esempio qua sopra, son presente, solitamente, i due tasti più importanti, che sono quelli UP e DOWN e che consistono di investire al rialzo oppure al ribasso in qualsiasi tipologia di mercato attualmente presente al mondo.

Sono poi presenti altri tasti molto importanti:

– Seleziona un asset: serve per scegliere il mercato nel quale si vuole investire
– Investimento: serve per scegliere quanto investire (più si investe e più si guadagna)
– Scadenza: serve per decidere quando il nostro investimento verrà chiuso (più lontana è la scadenza e più è difficile la previsione da fare)
– Return: quanto guadagnerete dall’investimento (in questo caso 80%)

Molti pensano che fare trading con le opzioni binarie sia una cosa da guru della finanza, ma conosciamo moltissime persone che sono partite da zero, e si sono tolte non poche soddisfazioni con questi metodi di investimento. Iniziare non costa nulla, in quanto gran parte dei broker permettono di iniziare a fare trading con una piattaforma demo, e di ricevere numerosi bonus di trading, anche senza deposito.

Bitcoin: come funziona?

Il Bitcoin è senza dubbio uno di quei mercati più adorati dagli investitori, ma anche un metodo per acquistare e vendere in maniera molto semplificata. Il Bitcoin è una valuta virtuale, che è completamente decentralizzata, quindi questo significa che non è presente una banca centrale a controllare i vari scambi (come ad esempio la Banca Centrale Europea, che controlla l’Euro attraverso la politica monetaria).

Importante anche considerare il fatto che il Bitcoin è presente al mondo in quantità limitata, diversamente rispetto alle altre economie alle quali siamo ben abituati ogni giorno.

In un’economia centralizzata infatti, la moneta è emessa da una banca centrale a un tasso che dovrebbe corrispondere alla crescita della quantità di beni che vengono scambiati in modo che questi beni possano essere scambiati con prezzi stabili. La base monetaria è controllata da una banca centrale. Negli Stati Uniti, la Fed aumenta la base monetaria mediante l’emissione di moneta, aumentando la quantità che le banche hanno in riserva, e più recentemente, stampando denaro elettronicamente in un processo chiamato Quantitative Easing.

In un sistema monetario totalmente decentrato, non vi è alcuna autorità centrale che regola la base monetaria. Bensì, la valuta è creata dai nodi di una rete peer-to-peer. L’algoritmo di generazione dei Bitcoin definisce, in anticipo, come verrà creata valuta e a quale tasso. Ogni moneta che viene generata da un utente malintenzionato che non segue le regole, verrà respinta dalla rete.

I Bitcoin vengono creati ogni volta che un nuovo utente scopre un nuovo blocco. Il numero di Bitcoin generati per blocco diminuisce matematicamente del 50% ogni 5 anni. Il numero di Bitcoin presenti al mondo, non sarà superiore a 21 milioni di bitcoin. Per questo motivo, la valuta potrebbe subire una pesante deflazione se dovesse continuare ad essere utilizzata.

Ma che cos’è il Bitcoin?

Con tutti questi discorsi da “economisti”, vi avremo certamente annoiato, ma non era certamente nostra intenzione, anzi. Adesso cerchiamo però di rimediare subito, spiegando che cos’è il Bitcoin. Il Bitcoin è una moneta digitale decentrata che consente di effettuare pagamenti istantanei a chiunque, in qualsiasi parte del mondo. Bitcoin utilizza la tecnologia peer-to-peer per funzionare senza un’autorità centrale: la gestione delle transazioni e l’emissione di moneta sono svolte congiuntamente dalla rete.

Il software originale di Bitcoin, creato da Satoshi Nakamoto è stato rilasciato sotto la licenza MIT. La maggior parte del software client, derivato o fatto “da zero”, utilizza anch’esso le licenze open source.

Bitcoin è la prima implementazione di successo di una cripto-valuta totalmente distribuita, descritta in parte nel 1998 da Wei Dai sulle mailing list cyberpunk. Sulla base del concetto che il denaro è un oggetto, o una qualsiasi tipo di “registrazione”, ed è accettato come pagamento di beni e servizi e rimborso dei debiti in un determinato paese o contesto socio-economico, Bitcoin è stato progettato intorno all’idea di usare la crittografia per controllare la creazione e il trasferimento di denaro, piuttosto che basarsi sulle autorità centrali.

Come funziona il Bitcoin?

Bitcoin utilizza la crittografia a chiave pubblica, peer-to-peer, e il “proof-of-work” per elaborare e verificare i pagamenti. I Bitcoin vengono inviati (o firmati) da un indirizzo all’altro, e ogni utente può potenzialmente avere molti indirizzi. Ogni operazione di pagamento è trasmessa alla rete e inclusa nel blockchain, in modo che i bitcoin inclusi non possano essere spesi due volte. Dopo un’ora o due, ogni transazione viene bloccata in tempo dall’incredibile potenza di elaborazione (costituita da tutti i cosiddetti “miner” sparsi nel mondo) che rende la blockchain sicura e potenzialmente a prova di hacker. Usando queste tecniche, Bitcoin fornisce una rete di pagamento veloce ed estremamente affidabile, che chiunque può utilizzare.

Bitcoin: i vantaggi

I Bitcoin vengono inviati facilmente attraverso Internet, senza bisogno di dover utilizzare risorse di terze parti.
Le operazioni fatte con Bitcoin, hanno svariati vantaggi:

  • Sono irreversibili
  • Sono veloci. I fondi ricevuti sono disponibili dopo pochi minuti.
  • Costano molto poco, soprattutto rispetto ad altre reti di pagamento.
  • La fornitura di bitcoin è regolata da un software e l’utilizzo da parte degli utenti del sistema non può essere manipolato da qualsiasi governo, banca, organizzazione o individuo. L’inflazione limitata della massa monetaria del sistema Bitcoin è distribuita in modo uniforme (dalla potenza della CPU) dei miners (minatori), che consentono di proteggere la rete da possibili attacchi esterni.

Guadagnare con Bitcoin

Si può guadagnare con Bitcoin essenzialmente con due metodi:

  • Comprando Bitcoin nei numerosi exchange (come Virwox)
  • Contrattando il Bitcoin con i CFD attraverso i broker di trading online come eToro o Plus500

Il vantaggio principale dei broker di trading online è che  consentono di speculare su questo mercato, così estremamente liquido e quindi soggetto a movimenti rialzisti e ribassisti molto repentini. Guardate che altalena che c’è stata da parte dei prezzi di BTC negli ultimi due anni:

Bitcoin-Prezzo

I prezzi sono oscillati da 600 dollari a Bitcoin del 2014, crollando sull’incredibile livello di soli 200 dollari per bitcoin nel 2015, per poi recuperare tutto nel giro di un anno. I prezzi sono molto volatili, essenzialmente perché i volumi sono molto bassi, e la liquidità è molto sottile, causando quindi dei veri e propri “terremoti” ogni volta che le contrattazioni aumentano a causa di una news in grado di scuotere il mercato e i vari speculatori presenti. Anche secondo gli esperti, l’ultimo movimento che ha portato il Bitcoin a raggiungere il massimo prezzo degli ultimi 20 mesi, è un mero schema di “pump and dump” degli speculatori, che vogliono portarsi a casa più profitti possibili, prima di disfarsi totalmente dei Bitcoin.

Guadagnare con Bitcoin non è certamente facile come bere un bicchier d’acqua, ma speculare al ribasso o al rialzo con i CFD è certamente una scelta più saggia rispetto a comprare Bitcoin veri e propri e aspettare che prima o poi salgano, rischiando di rimanere “bruciati” in un possibile crollo improvviso di questo mercato. Inoltre, detenere in questo momento storico i Bitcoin, ha pochissimo senso, in quanto oltre al grande rischio, c’è anche il problema che gli e-commerce che accettano Bitcoin sono veramente pochi; ricordiamo infatti che Amazon accetta solo carte di credito/debito, eBay invece accetta principalmente Paypal (azienda che ha messo al bando i Bitcoin) e la quantità di siti web che accettano la criptovaluta sono soltanto una piccola parte degli e-commerce presenti nella rete.

Borsa virtuale: tutto quello che c’è da sapere

La Borsa Virtaule appasiona parecchio gli italiani. Dopo tutto da sempre la Borsa è un luogo magico, dove secondo l’immaginario collettivo è possibile moltiplicare letteralmente i propri soldi quasi senza fare nulla. Inutile dire che si tratta di poco più di una leggenda metropolitana. In effetti la Borsa non è affatto questo luogo mitico, una sorta di campo dei miracoli dove si possono seminare gli zecchini d’oro per vedere crescere alberi carichi di monete. Tuttavia è anche vero che la Borsa può generare profitti anche elevatissimi, a patto però di usare gli strumenti giusti e studiare moltissimo.

La borsa virtuale può essere il primo passo per cominciare a investire in Borsa, su questo non ci sono dubbi. Ma che cosa è davvero la Borsa Virtuale? Qual è la miglior versione di Borsa virtuale presente oggi sul mercato? Per prima cosa, suggeriamo a tutti coloro che sono interessati alla Borsa virtuale di visitare http://www.diventaretrader.com/giocare-in-borsa-simulazione.html che è una delle migliori pagine web in italiano dedicate all’analisi della borsa virtuale.

Notiamo, giusto per inciso, che a differenza di altri portali web dedicati alla finanza e al trading on line, non siamo gelosi dei nostri lettori: quando c’è una risorsa di qualità da qualche parte sul web la segnaliamo subito con grande piacere.

Tornando alla Borsa Virtuale, cerchiamo di capire come funziona e qual è il modo migliore di fare simulazione di borsa. In teoria, una simulazione di Borsa potrebbe essere fatta anche semplicemente prendendo carta e penna, segnandosi quali titoli si comprano, le quantità e i prezzi attuali. Poi si potrebbe decidere, dopo un po’, di vendere e quindi si riprende carta e penna e si fanno le differenze di prezzo per vedere se il trading in Borsa è stato fruttuoso o meno. Non nascondo che io stesso, quando ero un bambino, ho fatto una simulazione di Borsa utilizzando questa tecnica, prendevo i prezzi da un quotidiano, li annotavo e cercavo di ottenere guadagni virtuali. Come nota di colore, puntai tutto su un’azienda che era crollata, nell’attesa del rimbalzo, e persi tutto perché era un’azienda che stava letteralmente fallendo. Una bella lezione sul funzionamento dei mercati, senza dubbio.

Vivendo in un’era altamente tecnologica (all’epoca della mia simulazione di Borsa con carta e penna internet era ancora lontanissimo dall’arrivare nelle case degli italiani) ci occupiamo ovviamente di simulatori di Borsa online. Qual è il miglior simulatore di borsa che oggi possiamo trovare su internet? Lasciamo stare i simulatori fatti apposta per essere simulatori: sono sempre poco meno che giocatolli e non insegnano nulla. Certo, se l’obiettivo è solo giocare vanno benissimo. Ma se l’obiettivo che ci spinge a giocare in borsa in modo virtuale è imparare a giocare in Borsa con soldi reali, c’è una sola soluzione che funziona davvero ed è quella di usare le piattaforme demo dei migliori broker per fare trading online.

In effetti il vantaggio in questo caso è duplice: da una parte l’interfaccia è fatta sicuramente molto meglio rispetto a quella dei simulatori giocattolo e le quotazioni sono veramente accurate e in tempo reale (ci sono simulatori farlocchi che aggiornano le quotazioni solo una volta al giorno). Dall’altra parte, inoltre, chi vuole passare a operare in Borsa con soldi veri può approfittare del tempo passato nella simulazione per capire davvero bene come funziona la piattaforma.

Il problema della Borsa virtuale

Purtroppo però non sono tutte rose e fiori. Anche scegliendo il miglior sistema di Borsa virtuale sul mercato, ad esempio quello di Markets, resta il problema di fondo che la Borsa virtuale non insegna davvero a fare trading in Borsa. La Borsa non è solo tecnica, è anche emozione o meglio controllo delle emozioni. Chi si fa dominare dalla paura di perdere soldi, per dire, non riuscirà mai a guadagnare davvero soldi in borsa. Quando si opera con la Borsa virtuale, purtroppo, non si riesce a imparare il dominio delle emozioni. Quello si impara solo operando con soldi reali, puntando e magari anche perdendo. I grandi trader della Borsa sono quelli di perdere soldi senza battere ciglio, senza andare nel panico e senza urlare alla truffa e alla teoria del complotto. I broker hanno tutto l’interesse a far guadagnare i trader, almeno quelli seri. Se credi che il broker di Borsa stia li per rubare, allora è molto meglio che non cominci nemmeno. Mettiti comodo sul divano, prepara una bella quantità di cibo spazzatura e dedicati a guardare la televisione. E’ quello che fa per te. Dopo tutto, non è obbligatorio diventare ricchi facendo trading online in borsa!

Borsa on line: tutorial introduttivo

Operare in Borsa on Line è una sorta di sogno proibito per molti italiani che vorrebbero guadagnare soldi in modo facile, sicuro e magari senza fare nulla. Non vogliamo distruggere i sogni di nessuno, soprattutto se sono sogni di facile e veloce arricchimento ma le cose non sono così semplici: in effetti fare soldi facili con la borsa on line non è facile come spesso viene dipinto. Attenzione però: la borsa on line non è nemmeno difficile a voler vedere il bicchiere mezzo pieno. Tutto sta a capire come si fa a guadagnare con la borsa on line, come si fa a operare e quali sono i segreti per guadagnare davvero.

Il primo segreto per guadagnare con la borsa on line è scegliere in maniera accurata i mezzi per investire. Diciamolo subito: operare i borsa on line comprando direttamente le azioni non è affatto un affare, anzi spesso comporta la possibilità di perdere soldi. Se non hai svariati milioni di euro a disposizione e non hai un orizzonte di investimento di parecchi anni, allora non devi comprare azioni. Non stiamo dicendo che non devi investire in Borsa, anzi, semplicemente che devi scegliere gli strumenti più adeguati a te per investire in borsa on line. Quali sono questi strumenti? I derivati. I derivati sono perfetti per investire in Borsa perché garantiscono la possibilità di guadagnare soldi sia quando i mercati scendono che quando salgono. Tutto quello che bisogna fare per guadagnare con i derivati è prevedere in maniera corretta l’andamento dei mercati. Gli strumenti derivati preferiti di solito da coloro che fanno trading in Borsa on line sono le opzioni binarie (facili e affidabili) e i contratti per differenza (più flessibili ma adatti soprattutto ai più esperti).

Imparare opzioni binarie e/o contratti per differenza è fondamentale per coloro che vogliono davvero guadagnare online con la Borsa.

Borsa italiana

Moltissimi trader operano con piacere soprattutto su Borsa Italiana. Il motivo è presto detto: le azioni quotate su Borsa Italiana sono le più conosciute dai trader italiani, che quindi hanno la possibilità di puntare i loro soldi in modo più consapevole. Tutti conoscono le ultime notizie su Unicredit o Eni o Enel, magari non tutti seguono con la stessa apprensione le vicende delle azioni di Apple o di Facebook. In fondo è anche una questione di lingua, per noi italiani: l’inglese non lo conosciamo. Alle volte persino trader professionisti, persone che magari guadagnano milioni di euro all’anno facendo trading in Borsa on line, non padroneggiano la lingua inglese. Ecco quindi che rivolgersi ad azioni quotate su Borsa Italiana può essere un’ottima seleziona per investire senza rischi.

Certo bisogna considerare alcuni fattori importanti: ad esempio, Borsa Italiana è un mercato tutto sommato piccolo, in termini di capitalizzazione, rispetto alle principali borse mondiali. In fondo siamo ormai periferia e questo significa che ci può essere un elevato grado di volatilità. Questo però se si opera con i derivati e non con l’acquisto diretto di azioni può addirittura essere un vantaggio ulteriore.

Come giocare in borsa on line

Ma come si fa a giocare in Borsa on line? Per prima cosa, abbiamo utilizzato la parola giocare in Borsa semplicemente perché ormai è entrata da decenni nell’uso comune. Anzi, possiamo dire che si dice giocare in Borsa ancora prima che si potesse anche solo parlare di on line. Ecco perché usiamo l’espressione giocare che in fondo non ci rende entusiasti. I guadagni che si possono ottenere con la borsa on line, infatti, non sono derivati dal gioco, dalla fortuna. Sono frutto della bravura del trader, della sua capacità di andare fino in fondo con coraggio, senza farsi scoraggiare da piccole o grandi perdite.

Fatta questa importante premessa, vediamo come si fa nella pratica a giocare in Borsa on line. L’aspetto in assoluto più importante è il broker. Esistono diverse piattaforme di qualità per giocare in Borsa, i punti principali sono:

  • Autorizzazione e regolamentazione da parte di CONSOB
  • Possibilità di utilizzare facilmente opzioni binarie o Contratti per differenza
  • Assenza assoluta di commissioni sull’eseguito
  • Bonus di benvenuto

Iniziare a giocare in Borsa on line con una piattaforma che non soddisfa questi requisiti significa direttamente perdere soldi. Solo il requisito del bonus può essere considerato non strettamente indispensabile ma è comunque un elemento che le piattaforme per investire in Borsa di maggiore qualità offrono sempre.

eToro è una truffa? Più info su eToro Truffa

eToro Truffa? eToro è senza ombra di dubbio uno dei principali broker di trading online presenti sulla piazza italiana. eToro è un’azienda di Social Trading con uffici registrati in Israele, Gran Bretagna e Cipro, attivo dal lontano 2006. Il broker eToro permette agli utenti di seguire e copiare le attività degli altri utenti, oppure di eseguire le proprie posizioni a mercato. I clienti asseriscono alla pubblicazione delle posizioni sul network di investimenti sociali eToro, è possibile infatti visualizzare il profitto, il ROI e molte altre informazioni sia sulle posizioni aperte e chiuse, che sulle statistiche generali dell’utente. Tuttavia, c’è un’esigua schiera di persone che online ricerca la frase “eToro Truffa”, ma la realtà attuale è che eToro è un broker regolato in Italia, con il sigillo Consob. Ecco infatti le caratteristiche tecniche di questo broker:
Certificazioni del broker eToro : Consob, Licenza CySEC, MIFID, FCA
Sicurezza del broker eToro: Segregazione conti presso Barclays, MIFID
Deposito minimo del broker eToro: 250,00€
Leva finanziaria del broker eToro: Alta e sicura, 400:1
Pagamenti del broker eToro: Sicuri e veloci in 24 ore
Spread del broker eToro: Ultra-bassi, Zero commissioni
Assistenza del broker eToro: tutti i giorni email, chat, telefono
Costo piattaforma del broker eToro: Gratuito
Risorse aggiuntive del broker eToro: College di trading, Openbook, Copy-trading
Utilizzo del broker eToro: Molto semplice, facile e intuitivo
Account account demo del broker eToro: Sì
Modalità di deposito e ritiro del broker eToro: Carta di credito, debito, conto, qualsiasi e-wallet (Skrill, Neteller), Assegno
Lingua del broker eToro: Italiano, + 18 lingue
Prelievo del broker eToro: Sicuro e veloce
App iPhone e Android del broker eToro:  Download Gratuito

eToro è regolarmente autorizzato dalla CONSOB a svolgere su tutto il territorio italiano ed europeo il servizio di broker, copytrading e mirror-trading, attività che eToro svolge consuetamente e senza alcun problema da ormai un decennio. Inoltre, il broker eToro possiede anche diverse altre regolamentazioni: FCA, CYSEC e molte altre ancora. Un broker che possiede tutte queste regolamentazioni, non può essere una truffa, in quanto si trova in continuo scrutinio dei più severi enti di regolamentazione. eToro quindi non è truffa, ma è un broker legale e con più di 4,5 milioni di clienti. Credete che oltre 4,5 milioni di persone possano stare su un broker truffa? È impossibile: eToro è quindi un broker regolare e correttamente registrato presso le attività di regolamentazione. eToro è quindi un broker legale in Italia ed in Europa.

eToro: il Social Trading per tutti

eToro è il servizio di Social Trading più completo al mondo, amato da molti, e snobbato da pochi. Grazie ad eToro, è possibile copiare i migliori trader al mondo senza dover pagare nulla. Basta premere sul bottone copia, e la piattaforma farà tutto da sola: tutte le posizioni che il professionista (il Popular Investor presente sulla piattaforma) aprirà nell’account di trading, verrà replicata in proporzione 1:1 sul proprio account di trading, senza costi aggiuntivi o altre sorprese. Questo significa dunque che su eToro, quello che guadagna chi copiamo, sarà uguale (in percentuale) a quello che guadagniamo noi. Questo significa quindi che se io investo 1000 dollari, e chi copio guadagna il 50% in una settimana, anche noi avremo guadagnato il 50%, con un profitto di ben 500 dollari.

eToro Demo

Non vi fidate ancora, neanche proprio adesso che vi abbiamo spiegato in maniera accurata come funziona la piattaforma di trading eToro? Nessun problema, potete quindi chiudere il browser e tornare a non fare trading, oppure a perdere soldi facendo trading manuale. In tutta onestà, stiamo già guadagnando dal trading su eToro e non abbiamo alcun tornaconto a farvi conoscere questa piattaforma, in quanto i soldi che facciamo sono già in abbondanza e dalla vostra registrazione non guadagniamo nulla, e quello che stiamo proponendo oggi, è pura informazione finanziaria.

State ancora leggendo l’articolo? Vi piace dunque quello che avete appena letto? Ottimo, iniziamo ad intenderci quindi, è arrivato dunque il momento di iniziare a fare trading con il broker eToro, anche se non avete denaro!

Infatti, uno degli aspetti più interessanti di eToro è che non c’è alcun bisogno di fare un account e versare denaro, quello lo potrete fare quando avrete avuto una prova tangibile che su eToro si può creare una rendita passiva reale e tangibile. Ma come fare? Beh, è molto semplice, basta registrarsi per un account demo gratuito e senza alcun obbligo di deposito, così potrete incominciare a copiare i professionisti in modalità virtuale, vedendo in maniera tangibile quanto andrete a guadagnare una volta che avrete deciso di versare vero denaro. Attraverso un conto demo è possibile speculare come sul conto reale, con l’unica differenza che i soldi con i quali andrete a fare trading, sono virtuali. Il consiglio più importante, è quello di impostare una cifra molto simile sull’account demo rispetto a quella che andrete a caricare in futuro nel conto real, così potrete farvi un’idea precisa di quanto riuscirete a guadagnare. Il conto demo di eToro è infatti la migliore piattaforma demo, in quanto consente sia di aprire posizioni manuali (ad esempio: COMPRA EUR/USD) oppure vere e proprie copie di professionisti (ad esempio: COPIA di JARODD76).

eToro Truffa: considerazioni finali

Purtroppo il mondo è vario: ci sono quelli che guadagnano un sacco di soldi su eToro, e quindi dicono che eToro è un gran broker (cosa molto vicina alla realtà, secondo la nostra esperienza maturata in anni sul broker), mentre ci sono quelli, che a causa delle loro negligenza, perdono tutto su eToro perché pensano che sia un sito di scommesse, e pensano di fare il 100% in qualche minuto. Purtroppo non è così, con il trading online si guadagna poco se si vuole fare trading a basso rischio. eToro non è certamente un’eccezione o una truffa, e se volete fare trading a basso rischio su eToro dovrete aspettarvi profitti del 10-20% mensili, non certamente il 100% come molti novellini si aspetterebbero di fare. eToro truffa non esiste, potete quindi fidarvi e registrarvi su questo broker.

Operazioni binarie: sai già tutto?

Parlare di operazioni binarie, oggi, significa soprattutto parlare di un modo facile e sicuro per investire sui mercati finanziari. Ma sappiamo veramente tutto sulle operazioni binarie? Oppure c’è qualcosa che ci sfugge? Diciamo la verità: fare trading di operazioni digitali è qualcosa che fa gola a molti, perché i profitti sono più che elevati, ma per riuscire a guadagnare davvero bisogna avere una preparazione più che buona. Non stiamo dicendo assolutamente che chi comincia da zero non è in grado di guadagnare: anzi. Quello che stiamo dicendo è che per guadagnare ci vuole preparazione e studio. Uno può anche essere ignorante, impegnarsi al massimo e riuscire a guadagnare. Ma deve crescere come trader e anche come persona. Questo è un aspetto molto interessante del trading di operazioni binarie: per riuscirci non basta essere un trader preparato, ci vuole anche coraggio e determinazione. In pratica colui che fa soldi con il trading di operazioni binarie non è chi conosce meglio le tecniche o le strategie, è colui che ci crede fino in fondo e sa gettare il cuore oltre l’ostacolo.

Operazioni binarie demo

Detto questo, passiamo ad alcuni concetti importanti per chi vuole guadagnare con le operazioni binarie. Il primo concetto è che è possibile sperimentare il trading binario grazie alle demo che tutte le migliori piattaforme di trading mettono a disposizione. Come si fa ad accedere alle demo delle operazioni binarie? Per prima cosa ci vuole un conto presso un broker di opzioni binarie. Esistono molti broker, ma solo alcuni di essi offrono una demo. Una volta trovato il broker giusto, bisogna aprire un conto e verificare che l’accesso alla demo sia garantito. In alcuni casi prima di poter accedere alla demo è necessario effettuare un deposito. Questo succede perché la piattaforma vuole sincerarsi sul fatto che il cliente sia veramente interessato al trading di operazioni binarie e non voglia semplicemente provare a giocare. Nel caso di piattaforma seria non c’è nessun problema a provare ad effettuare il deposito, visto che in caso si decida di non fare trading è possibile prelevare tutto senza nessun tipo di conseguenza.

Operazioni binarie cosa sono

Ma che cosa sono veramente le operazioni binarie? Si tratta di un particolare tipo di operazioni sui mercati finanziari che consentono anche ai principianti dei mercati finanziari di guadagnare da subito. Il funzionamento è molto semplice: si fa trading in modo rapido e sicuro, facendo previsioni sulla direzione con cui si muoverà il mercato.

Facciamo un esempio concreto di trading binario e supponiao di prendere come asset su cui fare trading il valore di un indice azionario, ad esempio il DAX della Borsa di Francoforte. Un’operazione binaria sul DAX può essere al rialzo oppure al ribasso. Supponiamo di operare al rialzo e di fare una scommessa con una scadenza di 60 secondi. Se nei prossimi 60 secondi il valore del DAX aumenta, abbiamo vinto. Tutto qui, semplice ed efficace: vincere con le opzioni binarie significa incassare subito il rendimento che può arrivare anche al 90% e più della somma scommessa. In ogni caso è possibile anche scommettere al ribasso. Gli asset su cui si può operare con le opzioni binarie sono tantissimi, oltre agli indici è possibile fare operazioni digitali su azioni, forex, materie prime. Anche le scadenze possono essere estremamente varie: si va dai 30 secondi fino a parecchi mesi.

Operazioni binarie online

Perché così tanti trader italiani si stanno interessando alle opzioni binarie online? Semplicemente perché grazie alle operazioni binarie online è possibile guadagnare molti soldi anche partendo da zero. Questo non significa assolutamente che i soldi che si possono guadagnare sono soldi facili. Si tratta di soldi che si ottengono grazie all’impegno, alla determinazine, allo studio e anche, perché no, alla scelta oculata della piattaforma di trading. Solo operando con le migliori piattaforme, infatti, è possibile ottenere i guadagni più elevati.

Per capire questo concetto, facciamo un altro esempio. Supponiamo di scegliere una piattaforma di trading di operazioni binarie a caso. Se per caso questa piattaforma è priva di autorizzazione e regolamentazione da parte di CONSOB succederà una cosa molto triste: in un modo o nell’altro perderemo tutti i nostri soldi e non avremo alcun modo di recuperarli. Una piattaforma autorizzata invece è sempre molto onesta e affidabile, perché ci sono i mastini della CONSOB a verificare tutto.

Ma la scelta di una piattaforma di trading per operazioni binarie online non si basa solo sulla verifica del fatto che la CONSOB ha autorizzato. Si deve considerare anche la facilità d’uso, la possibilità di prelevare i profitti in maniera rapida e sicura, la disponibilità di bonus di benvenuto molto generosi. Insomma, fare i soldi con le operazioni binarie online tutto sommato non è difficile ma ci dobbiamo mettere veramente la testa.

Operazioni binarie forum

Questa necessità di fare sempre la scelta giusta al momento giusto è sentita da tutti i trader che vogliono operare in maniera consapevole. Ma per fare le scelte giuste ci vogliono le informazioni giuste. Esistono portali molto completi e affidabili sulle operazioni binarie ma ci sono anche fonti di informazione tutt’altro che affidabili. Pensiamo, giusto per fare un esempio, ai forum. Sui forum non si trovano informazioni affidabili e concrete sulle operazioni binarie, anzi. Spesso si trovano proprio delle grandissime fesserie, consigli sballati che fanno semplicemente prendere soldi. Il fatto è che sui forum non esiste alcuna forma di controllo editoriale e anche il meno preparato può scrivere e vantarsi di essere un grande esperto. E poi bisogna considerare quelli in malafede: persone che scrivono per danneggiare un concorrente o per provare a vendere la propria guida per diventare ricchi in 7 giorni.

Operazioni binarie matematica

Fino ad ora ci siamo occupati delle operazioni binarie borsa, cioè di uno strumento per speculare sui principali mercati finanziari internazionali. Ma di operazioni binarie parliamo anche in matematica. Si tratta, in pratica, delle operazioni aritmetiche tra numeri espressi in base due. Lo ricordiamo più che altro per curiosità e anche perché tutta l’informatica si basa sulle operazioni binarie. Comunque ci fermiamo qui, a noi interessa spiegare come si fa a guadaganre soldi e non vi daremo esercizi matematici sulle operazioni binarie.

Indicatore Tecnico Momentum Trading

Quando si parla dell’analisi tecnica, ovvero dell’analisi dei prezzi su un grafico, è impossibile non iniziare con il Momentum, il vero motore degli indicatori di trading, in quanto gran parte degli indicatori di analisi tecnica si basano sulla variazione di prezzo all’interno di un periodo di calcolo prefissato. Il momentum, in sostanza, misura l’intensità della variazione del prezzo di un dato sottostante. Il valore del momentum, rappresenta dunque la velocità alla quale il prezzo varia. Il momentum è quindi il motore degli altri indicatori, che si basano sul prezzo e comunque sulla sua velocità. Si tratta quindi di un indicatore molto importante, e molto probabilmente, l’indicatore tecnico più importante. Crediamo che sia un indicatore molto importante, alla base di tutta l’analisi tecnica effettuata con gli altri indicatori.

Il momentum quindi prende in esame la differenza tra il prezzo attuale, e il prezzo di un numero n di periodi. In un grafico giornaliero, un periodo vale un giorno (una candela quindi). L’indicatore Momentum, oscilla in continuazione tra valori positivi e negativi, in una gamma che va da +100 a -100. I valori del momentum troppo alti sono un segnale di ipercomprato, e quelli troppo bassi sono un segnale di ipervenduto. Quando la linea va nella gamma negativa, il prezzo attuale è inferiore al prezzo passato. Quando la linea va nella gamma positiva, il prezzo attuale è superiore al prezzo passato.

Solitamente, è consigliabile utilizzale dagli 8 ai 14 periodi per avere successo con il momentum. Non è sempre consigliato utilizzare l’indicatore trading Momentum con meno di 8 periodi, in quanto con i valori inferiori alla media potrebbero crearsi dei falsi positivi. Periodi superiori ai 20 creano segnali poco attendibili, che rendono l’analisi molto difficile.

Come interpretare Indicatore Tecnico Momentum Trading

Per interpretare al meglio l’indicatore Tecnico del Momentum Trading è molto semplice. Quando il Momentum diventa positivo siamo davanti ad un trend rialzista, quando invece il momentum diventa negativo saremo di fronte ad un trend al ribasso.

Screenshot 2016-05-09 14.29.21

L’indicatore Momentum può essere utilizzato in numerosi modi. Quello sicuramente più utilizzato è la modalità “Trend Following”, ovvero vengono aperte posizioni lunghe quando la linea sale, e vengono aperte posizioni corte quando la linea scende.

Momentum Borsa

L’indicatore Momentum confronta se il prezzo corrente è in relazione al punto in cui il prezzo è stato in passato. Fino a che punto confrontare il presente con il passato varia in base a come il trader vuole applicare la sua strategia. Il calcolo del momentum è abbastanza semplice (basta scegliere il numero dei periodi, il resto lo calcola l’indicatore in automatico):

– Il momento si calcola attraverso la sottrazione: Il prezzo attuale meno il prezzo di n-periodi fa.

Quindi, se il prezzo corrente è superiore al prezzo in passato, allora l’indicatore Momentum è positivo. Al contrario, quando il prezzo corrente è inferiore al prezzo in passato, allora l’indicatore Momentum è negativo.

Segnali Momentum

Momentum Segnale Buy

Quando l’indicatore Momentum incrocia sopra la linea dello zero, è un segnale di acquisto. L’attraversamento della linea dello zero implica che il prezzo del titolo, del future, o coppia di valute è in fase di inversione, sia per aver toccato il fondo o oppure perché sta rompendo al di sopra dei massimi recenti; questo è visto in genere come un segnale rialzista.

Momentum Segnale Sell

Si tratta di segnale di vendita, quando l’indicatore di momentum incrocia al di sotto della linea dello zero. Un incrocio della linea dello zero può essere generalmente precursore due cose: che il future, la coppia di valute, o il prezzo del titolo ha superato i massimi per poi tornare al ribasso, o che il prezzo ha rotto sotto minimi recenti, in entrambi i casi, questi eventi sono spesso interpretati dai commercianti come segnali estremamente ribassisti.

Momento Segnale di uscita dalla posizione

Solitamente, il momento migliore per uscire da una posizione aperta con il momentum, è quando il prezzo torna verso lo zero.

Momentum Broker

Senza ombra di dubbio, uno dei migliori broker che mette a disposizione l’analisi di trading momentum, è il broker Plus500, che permette a tutti di fare trading con 25 euro gratis semplicemente inserendo il vostro numero di cellulare. Volete fare trading con Plus500? Cliccate su uno dei banner in pagina, vi offriamo anche un bonus del 100% sul primo deposito (solo per i primi 1000 lettori).

Il miglior modo per raggiungere la libertà finanziaria: il trading on line

Che cosa significa raggiungere la libertà finanziaria? Significa avere la possibilità di vivere senza preoccuparsi minimamente degli aspetti economici. In pratica libertà finanziaria significa avere a disposizione sempre il denaro per vivere in maniera adeguata senza subire la schiavitù del lavoro.

Di solito quandi si parla di libertà finanziaria si fanno 2 errori: si pensa che libertà finanziaria sia equivalente di soldi senza fare niente oppure si pensa che raggiungere la libertà finanziaria significhi diventare una persona ricca.

Livertà finanziaria non significa diventare ricchi anche se chi raggiunge la libertà finanziaria sicuramente è benestante e non significa fare soldi senza fare niente, significa fare i soldi in maniera intelligente. Certo, poi molti tra coloro che riescono a raggiungere la libertà finanziaria diventano anche ricchi ma questo è un altro discorso.

In pratica ragginungere la libertà finanziaria significa disporre di un reddito sufficiente a vivere pienamente la vita, senza problemi e senza schiavitù. Guadagnare 10.000 euro al mese e vivere una vita fatta di stress, schiavitù lavorativa e spesso problemi famigliari, come succede a molti manager, non significa certo raggiungere la libertà finanziaria.

La figura del manager è spesso idealizzata: il manager viene visto come una sorta di eroe dei giorni nostri perché guadagna tanto e ha un apparente potere decisionale. In effetti, però, il manager conduce spesso una vita piuttosto difficile, è costretto a trascurare la famiglia e questo significa che deve anche subire i reiterati tradimenti della moglie, giusto per fare un esempio. Il manager non è una persona libera dal punto di vista finanziario (tra l’altro potrebbe essere licenziato immediatamente nel caso in cui i risultati ottenuti non fossero buoni) ed è anche un cornuto, letteralmente.

Chi è allora che può dire di vivere in libertà finanziaria? Chi fa trading online con successo, per esempio. Si tratta di persone che vivono onestamente, sfruttando le naturali oscillazioni dei mercati finanziari per guadagnare soldi. Non devono affrontare il quotidiano stress del traffico per recarsi al lavoro, possono guadagnare da casa e non devono assolutamente subire umiliazioni sul lavoro o rischiare quotidianamente il loro posto di lavoro. Il trader ha la possibilità di dedicare tutto il tempo necessario alla sua famiglia (non rischia quindi di subire il tradimento della moglie trascurata) e, soprattutto, ha pienamente nelle sue mani il controllo del proprio destino.

Libertà finanziaria partendo da zero euro

Il trading online è anche perfetto per poter raggiungere la propria libertà finanziaria partendo da zero. Cerchiamo di capire perché e soprattutto cerchiamo di capire in quali termini va inteso questo concetto. E’ possibile cominciare a fare trading online sui mercati finanziari utilizzando i migliori broker anche solo con 250 euro (talvolta 100 euro) di capitale iniziale. I profitti, ovviamente, saranno commisurati al capitale che si intende investire ma se si opera con intelligenza e capacità e si evita di prelevare i profitti (cioè se si reinveste tutto quello che si guadagna) è possibile raggiungere un capitale tale da poter vivere di trading online. Insomma, è possibile raggiungere la libertà finanziaria con il trading on line anche partendo da zero.

Anche dal punto di vista dell’esperienza e della conoscenza è possibile partire esattamente da zero: quello che bisogna sapere lo si può sempre imparare, studiando le tante guide completamente gratis che sono disponibili online. Ma attenzione. Questo non significa che fare trading online sia un modo per fare soldi facili. Anzi. Quello che significa è che è possibile investire il proprio tempo, dedicandolo al trading on line direttamente o alla propria autoistruzione: con il trading è possibile trasformare tempo in denaro contante. Il bello del trading è che, a differenza del lavoro, non bisogna aspettare che qualcuno ci chiami per lavorare e non dobbiamo subire umiliazioni o ordine degradanti. Inoltre, a differenza dell’imprenditoria tradizionale, si può cominciare a fare trading on line con un capitale iniziale davvero minimo. Addirittura, ci sono trader professionali che hanno cominciato a operare solo con i bonus senza deposito che hanno ricevuto dai broker e che, a poco a poco, hanno poi costruito un patrimonio.

Corsi per raggingere la libertà finanziaria

Ma come può fare colui che non ha mai fatto trading on line imparare? Non è impossibile, a differenza di quello che si pensa il trading è facile nel senso che i meccanismi di base sono facili e gli strumenti a disposizione oggi come CFD o opzioni binarie sono facilissimi da capire e da utilizzare. In ogni caso è opportuno seguire dei corsi per imparare il trading. Attenzione: abbiamo detto seguire dei corsi, non pagare per seguire i corsi. I migliori corsi per imparare il trading on line sono completamente gratis e sono messi a dispoisizione direttamente dai migliori broker.

In fondo imparare la libertà finanziaria pagando per un corso (che spesso non vale il proprio costo) non è il migliore dei modi. Vivere in libertà finanziaria significa vivere in maniera intelligente, non è possibile cominciare con una mossa stupida.