Il trading automatico funziona?

Oggi parleremo di una delle modalità di trading online che vanno per la maggiore in questo preciso momento storico. Stiamo parlando dei robot del trading, ovvero del trading automatico, che attualmente è una delle migliori modalità per guadagnare online attraverso le rendite passive.

Sono in molte le persone che tutt’oggi si chiedono che se il trading automatizzato funzioni o meno. Il trading automatico funziona? Beh, è certamente una domanda molto complessa, in quanto è impossibile fare di tutta l’erba un fascio. Possiamo iniziare dicendo che ci sono delle strategie di trading che funzionano, e altre che non funzionano. Non è quindi detto che una strategia di trading automatico funzioni per sempre, può funzionare per un periodo, ma se non ci viene fatto alcun tipo di manutenzione (in gergo tecnico: fitting) è difficile poter sperare che un robot possa permettere ad un trader di portare a casa la “pagnotta” senza fare nulla.

Trading Online Automatico: che cos’è e come funziona

Per trading online automatico, si intendono tutte quelle azioni che vengono effettuate nel trading online tramite l’ausilio del software apposito. Si tratta di software che vengono progettati da esperti programmatori che hanno un certo livello di esperienza nella creazione di algoritmi sofisticati atti a permettere di guadagnare nei mercati finanziari, senza fare essenzialmente nulla.

Il trading automatico si basa su algoritmi specifici per gli investimenti, e si tratta di un software che inserisce a mercato degli ordini in maniera totalmente automatica. La base del trading automatizzato è quindi un algoritmo con svariate regole predefinite che vengono immesse dall’utente e che serviranno a creare quindi la modalità di azione che andrà a compiere l’algoritmo.

Il trading online automatico funziona?

Il trading online automatico funziona, ma dipende dalla tipologia di trading automatico che si decide di utilizzare. Se si utilizza il trading automatico, è prima di tutto obbligatorio informarsi delle sue performance. Il backtest deve infatti risultare di gran lunga profittevole, diversificandolo che vari algoritmi di trading automatico.

Le opinioni sul trading automatico da parte dei vari forum, sono contrastanti. Questo dipende dal fatto che, i trader meno esperti, optano per servizi di trading automatico poco performanti. Vanno scelti i migliori robot per fare trading automatico, e per giudicare quale sia migliore, soltanto un backtest può fornire la risposta.

Prima di tutto, è quindi necessario che l’algoritmo di trading automatico sia valido, e programmato da un professionista, in modo da avere un robot di trading online valido e performante, che possa garantire ottimi profitti sul breve e lungo periodo.

Le demo del trading online

Fare trading online con le piattaforme di trading demo è senza dubbio una delle soluzioni più adatte per iniziare ad imparare a guadagnare sui mercarti finanziari mondiali, senza dover rischiare di perdere i propri fondi.

Una piattaforma di trading virtuale, consente di iniziare a fare trading online senza rischiare di perdere i propri fondi, e allo stesso tempo di imparare le basi del trading online, su una piattaforma che è in tutto e per tutto speculare alle piattaforme di trading reali.

Da oggi è possibile iniziare a fare trading online su valute, indici, materie prime e azioni con le piattaforme di trading online migliori (sono dei broker forex) che essendo regolamentate, possono fornire la possibilità di fare trading sia con soldi veri, che virtuali.

Quello di cui parleremo durante la giornata di oggi, è un riassunto dei migliori broker che offrono la possibilità di fare trading online nella versione demo, tramite un conto demo totalmente gratuito che consente di fare trading in virtuale in maniera molto simile al conto in trading in reale, con l’unica differenza che non viene rischiato alcun fondo.

Che cosa è il trading in demo

Il trading online demo viene utilizzato da gran parte dei trader di successo, quindi non solo i principianti, ma anche gli esperti. Molti lo utilizzano semplicemente per testare la piattaforma, in modo da vedere se il broker dove si vuole investire è valido, oppure anche per fare semplicemente esperienza o per passare successivamente al conto di trading reale.

L’unica cosa che adesso rimane da fare è scegliere la migliore piattaforma di trading demo, richiedendo quindi l’attivazione di un conto demo gratuito.

Per attivare un conto demo, è sufficiente selezionare un broker online tra quelli elencati di seguito, effettuare la registrazione gratuita presso il broker.

Gran parte di questi broker non richiedono assolutamente un deposito cauzionale, anzi, la piattaforma d trading demo è assolutamente gratuita, in quanto i broker sono molto interessati a far provare ai propri futuri clienti le potenzialità e funzionalità della piattaforma di trading online scelta.

L’unico appunto da segnalare, è che quando ci si appresta a registrarsi ad una piattaforma di trading demo, è necessario (consigliabile) inserire i propri veri dati (Nome, Cognome ed Email) e registrarsi gratuitamente al broker.

Trading Online Demo Gratis

Il segreto primario per iniziare subito nel migliore dei modi, è quello di scegliere il miglior broker che permetta di iniziare a fare trading con le piattaforme di trading online demo, per fare trading online demo gratis. Questo significa dunque che è possibile iniziare a commerciare in modalità demo totalmente gratuita. Abbiamo proprio per questo elencato i migliori broker per fare trading online demo gratuitamente, e sono visualizzabili qui di seguito.

Plus500: uno dei migliori conti demo

La pluripremiata piattaforma di trading online demo, è senza dubbio una delle migliori piattaforme di trading online. Si tratta di uno dei broker più di spicco nel panorama mondiale del trading online. La piattaforma di trading online Plus500, sponsorizza la squadra di calcio dell’Atletico Madrid, ed è sempre su tutte le prime pagine dei settimanali finanziari. La piattaforma è molto semplice da utilizzare, e offre migliaia di mercati finanziari, sui quali è possibile investire con zero commissioni e degli spread molto bassi.

Non è un caso che Plus500 sia un broker regolamentato perfino dalla CONSOB, e quindi totalmente sicuro per investire in qualsiasi mercato: azioni, forex, materie prime, indici e molto altro ancora.

eToro: una piattaforma per generare rendite passive in totale facilità

La piattaforma di eToro è una grande eccellenza, proprio come quella di Plus500, con la differenza è che si tratta di un broker meno specializzato sull’offerta dei mercati, ma più orientato al copytrading. eToro è una piattaforma regolamentata CONSOB, specializzata nella copia di professionisti del trading, che mettono a disposizione le loro capacità nella saggezza delle folle. Si tratta senza dubbio di una grande opportunità per testare anche in demo i migliori trader, e vedere quanto fruttano sul breve e lungo termine.

24Option: le opzioni binarie per tutti

Le opzioni binarie sono un nuovo metodo di investimento che permette di investire sul rialzo o ribasso di un asset entro una certa scadenza. I rendimenti sono elevati, e la semplicità è ai massimi livelli. Il broker regolato CONSOB e sponsor Juventus 24Option è senza dubbio l’espressione più cristallina del trading con le opzioni binarie, e permette di provare in modalità demo le opzioni binarie nel migliore dei modi.

Demo Trading Online Senza Registrazione?

Tutti sanno bene che il trading online (di qualsiasi tipo, purché sia regolato) è un business molto redditizio grazie anche alle commissioni di trading assenti e allo spread che è ai minimi termini. Tuttavia, per avere successo nel mondo del trading online, è prima di tutto necessario una giusta preparazione e uno studio adeguato di questa attività, che se fatta senza alcuna conoscenza, può rivelarsi molto rischiosa.

Esistono dei Demo Trading Online senza registrazione? No, purtroppo non esistono. Esistono tuttavia svariati demo di trading online gratis, che abbiamo elencato qui sopra. È sempre e comunque, consigliabile fornire il proprio vero Nome e Cognome ed Email, in modo da poter passare al conto demo reale molto velocemente, una volta che si sarà soddisfatti del proprio conto di trading demo.

Le piattaforme di trading online demo vengono comunque sempre in aiuto, formando il cliente e facendolo diventare in pochissimi giorni un trader pronto ad affrontare i mercati finanziari mondiali.

Finanza e investimenti: una guida

Sempre più persone sono oggi intenzionate ad investire nel mondo del trading online. Ma come si può entrare nel migliore dei modi nel mondo della finanza e degli investimenti in generale? Ecco una guida per cercare di risolvere ogni possibile dubbio a riguardo. Per tutti coloro che abbiano interesse ad approfondire ulteriormente i temi della finanza e degli investimenti, suggeriamo di visitare www.migliorefinanza.com, sito web molto completo, di facile lettura e ricchissimo di informazioni utili per gli investitori.

Che cosa significa Investire

Investire è l’atto di impegnare del denaro o del capitale per un tentativo (che sia per un business, un progetto, un bene immobiliare, etc.) con l’aspettativa di ottenere un reddito un profitto supplementare. Investire può anche significare il tempo passato a studiare un’economia di un paese o le finanze di un’azienda, sopratutto considerando che “il tempo è denaro”.

Il reddito che deriva dall’atto di investire nei mercati finanziari, può arrivare in molte forme, tra cui il profitto, i guadagni di interesse, rollover, dividendi ed altro ancora. L’investimento si riferisce a un impegno a lungo termine, al contrario della speculazione o del trading, che sono operazioni puramente a breve termine e spesso hanno una esposizione maggiore, e di conseguenza, una maggiore quantità di rischio.

Investire è la chiave per iniziare a costruire la propria ricchezza nel migliore dei modi, ma investire così in sé per sé non è sufficiente. Bisogna investire in maniera molto oculata e saggia! Investire è rischioso, in quanto l’azienda o la valuta dove si investe, potrebbe scendere di valore o addirittura subire un vero e proprio crack. È dunque molto importante la ricerca del business, e l’analisi del rischio di investimento, prima ancora di investire i propri soldi.

Investire nel Forex

Il forex è il mercato delle valute. Attraverso l’investimento o la speculazione nel mercato delle valute, è possibile guadagnare sia in base al rialzo o al ribasso dei mercati finanziari.

La parola Forex è una abbreviazione della parola “Foreign Exchange”, e viene tipicamente utilizzata per descrivere il trading nel mercato delle valute estere, da parte degli investitori e degli speculatori.

Non c’è niente di meglio che di un semplice esempio: immagina che secondo gli analisti il Dollaro USA si indebolirà contro la controparte dell’Euro. Un trader del mercato Forex, venderà quindi i dollari per comprare gli Euro. Se l’euro quindi si rafforza, il potere d’acquisto per acquistare i dollari è adesso aumentato. Un trader può quindi ri-comprare più dollari rispetto a quelli iniziali, facendo dunque un profitto.

Il forex è per certi versi molto simile al mercato azionario. Un operatore di borsa comprerà infatti un titolo azionario se crede che il suo prezzo salirà in futuro e venderà un titolo se pensa che il suo prezzo si abbasserà in futuro. Allo stesso modo, un trader del forex acquisterà una coppia di valute se si aspetta che il suo tasso di cambio salirà in futuro, e invece venderà una coppia di valute se crede che il suo tasso di cambio andrà verso il basso in futuro.

Investire nelle Azioni

Il Forex è molto simile al mercato delle azioni. Il guadagno arriva sempre in base alla differenza tra prezzo di apertura e chiusura, con il vantaggio che con le azioni (con gran parte di esse) vengono forniti anche dei guadagni extra, i dividendi.

La maggior parte dei titoli vengono negoziati nelle borse mondiali, che sono i luoghi in cui acquirenti e venditori si incontrano e decidono il prezzo di un titolo. Alcuni centri borsistici sono dei veri e propri luoghi fisici, in cui le transazioni vengono fatte in un “trading floor”. Sicuramente avrete già visto nei film un trading floor, quei posti dove i trader lavorano selvaggiamente, gettando le braccia in alto, agitandosi, urlando, e scambiando con dei gesti delle informazioni gli uni, con gli altri. L’altro tipo di borsa è virtuale, composto da una rete di computer dove le operazioni sono effettuate in maniera totalmente elettronica.

Lo scopo di un mercato azionario è quello di rendere più semplice lo scambio di titoli tra acquirenti e venditori, riducendo i rischi di investimento. Provate a immaginare quanto possa essere complicato e difficile vendere o scambiare le azioni, se si dovesse girovagare per il proprio condominio, cercando di trovare un acquirente. In realtà, un mercato azionario non è altro che un insieme di acquirenti e venditori del mercato e che sono collegati da dei software super-sofisticati.

Perché fare trading online?

Negli ultimi anni, coloro i quali si occupavano di investimenti in borsa, acquistando o vendendo azioni per speculare sui mercati, hanno uno strumento in più per investire e guadagnare con il trading.

Il trading online, è diventato ed è tuttora lo strumento più diffuso per chi intende affacciarsi sul mercato azionario e non solo per investire, senza fronzoli burocratici o perdite di tempo. C’è chi lo vede come un piacevole passatempo, altri invece lo fanno come lavoro, ma in entrambi i casi il trading online è visto come un attività piacevole, dinamica ed eccitante.
Qualcuno può anche trovarla divertente: certo, non è divertente rimanere incollati ad un monitor a studiare ed osservare un grafico, ciò che è divertente è soprattutto portare a termine un operazione di trading in positivo.
Il trading online è pero soprattutto un’attività seria e dispendiosa, non dal punto di vista economico, o meglio può anche esserlo, ma dal punto di vista della concentrazione e richiede pazienza e determinazione.

Non si fa trading online per diventare ricchi in un giorno, lo si fa così come si farebbe un investimento in banca, ovvero ponderando le scelte, analizzando il rischio ed investendo il capitale opportuno.

Un altro falso mito è che il trading online spesso viene associato alle scommesse per il semplice fatto che sia online. Chi commette questo errore solitamente rinuncia subito dopo aver provato, perché è anche vero che alcuni metodi di trading online, come le opzioni binarie per esempio, si avvicinano ad una sorta di scommessa, dove si punta sul rialzo o il ribasso di un determinato prodotto, ma è anche vero che il trading online è un investimento, è come tale che si tratti di opzioni binarie, forex o cfd, va trattato con rispetto e professionalità, altrimenti si rischia solo di perdere il capitale.

Non è determinante studiare l’analisi tecnica, oppure leggere i grafici, ma quello da non fare è affidarsi al caso e piazzare operazioni così a caso, senza una logica o preparazione. Investire online con questa logica, fa si che dopo alcune operazione, per quanto fortunati si possa essere, il capitale da investire si sarà dimezzato se non azzerato del tutto.
Fare trading online conviene

Ci sono molte opinioni riguardo sul fatto che fare trading online conviene o no, è come dire se investire in borsa conviene o meno, ma questo non lo si può affermare senza della basi di valutazione del soggetto e dell’intermediario o broker. Il tutto dipenda da diversi fattori che bisogna tenere in considerazione prima di intraprendere questa strada, che può essere anche lunga e molto rischiosa.
Se conviene o no, dipende anche dalla nostra forza di volontà nell’apprendere la materia e superare eventuali periodi negativi e perdite di parte del capitale.

Un altro fattore su cui puntare volendo considerare il trading online conveniente, è la preparazione che ci si costruisce con il tempo. Questo è un fattore puramente personale, ognuno ha le sue strategie, c’è chi investe ore ed ore nello studio dei grafici, e chi invece si affida al copy trading e decide di puntare tutto su cavalli di razza del trading copiando le loro mosse passo per passo.

Puntare su se stessi è qualcosa di cui non ci si pente mai, ecco perché la preparazione personale e la determinazione sono gli strumenti affiche il trading online possa diventare uno strumento vincente e proficuo. Ci sono conoscenze da costruire, come per esempio come fare l’analisi tecnica, o quella fondamentale e molto altro, in base al mercato finanziario ed al prodotto su cui si vuole operare. Tutto questo perché il fine ultimo del trading online è il guadagno, ed alla domanda se il trading online conviene, dobbiamo solo rispondere di sì, se è solo se, sappiamo che abbiamo la determinazione e la voglia di iniziare.

Oltre a noi stessi c’è anche un secondo soggetto da prendere in considerazione, ovvero il broker, quindi l’intermediario che offre i servizi per il trading online. Affinché non ci sia alcun problema e poter dire chi il trading online conviene dobbiamo puntare solo su broker autorizzati e con una reputazione di alto livello.

Il trading online gratis

La domanda proposta nel nostro titolo è assolutamente legittima, a chiunque piacerebbe poter operare sui mercati finanziari gratuitamente, purtroppo però questo in realtà non è possibile, perché? La risposta è semplice perché per il fatto stesso che hai bisogno di un capitale di investimento devi metterlo in gioco per poter guadagnare, ma converrai con noi che non si tratta di un vero e proprio pagamento.

Usa l’account demo!

Se vuoi testare con mano ciò che abbiamo appena detto perché ti sembra troppo bello per essere vero, tutto ciò che devi fare è iscriverti ad un broker e richiedere l’account demo gratuitamente, ossia un conto dove puoi provare ad investire con denaro virtuale e testare i reali guadagni che puoi ottenere. L’account demo è del tutto gratuito e richiede come requisito solo l’apertura di un conto presso uno dei broker di opzioni binarie regolamentati.

Il trading online è legale?

Come abbiamo appena affermato, il trading online conviene quando è legale. Se si scegli di fare trading online lo si deve fare senza ombra di dubbio affidandosi ad un broker regolamentato e certificato.
Quando parliamo di mercato finanziario e di opzioni binarie dobbiamo sempre tenere in mente di fare riferimento alle regolamentazioni e ai limiti imposti dalle autorità.

Quando si fa trading online usando uno strumento legale e quindi che sottostà a normative e regole ad hoc, allora possiamo definire il nostro trading online legale e sicuro. Dobbiamo anche considerare che ci sono broker o intermediari finanziari che non aderiscono o che non hanno ottenuto le licenze che siano Consob o Cysec o di qualsiasi altro organo regolatore. Questi sono sicuramente i soggetti da evitare, perché oltre a poter ricadere in una truffa, potreste anche incorrere in sanzioni legali. Quando si ha a che fare con broker regolamentati allora il nostro investimento sarà sicuro, in quanto il broker, se regolato dalla CONSOB per esempio, deve sottostare a norme che garantiscono il capitale e lo strumento stesso usato per il trading online.

Abbiamo nominato la Consob, che in materia di finanza ed in particolare di trading online è la garanzia per eccellenza. Essa infatti regola e certifica tutti i broker e gli intermediari finanziari che sono anche i fornitori dei servizi di trading online. Essi quindi sono vincolati a mantenere la privacy del cliente, la sicurezza sui fondi depositati e la trasparenza sulle operazioni di trading.
L’aspetto legale viene anche garantito dal trader stesso, che dovrà solo per i guadagni maturati, pagare le tasse nello stato in cui è residente.

Come fare trading online

Abbiamo detto che fare trading online non è come scommettere sui cavalli o su qualunque avvenimento sportivo.
Un altro parametro da tenere in considerazione è la scelta del prodotto e del tipo di investimento. Ci sono investimenti di qualsiasi tipo, ma nel trading online ne riconosciamo principalmente due, le opzioni binarie ed il forex o CFD.
Una volta individuato lo strumento, passiamo a scegliere il broker. Ci sono numerosi broker la fuori, e scegliere non è facile, magari c’è chi si affida al broker che offre un deposito iniziale più basso, o chi si affida a chi invece offre il bonus più alto, insomma c’è solo l’imbarazzo della scelta.

Per i meno esperti la scelta cade solimante sul broker con il deposito minimo più basso e con un conto demo a disposizione. Proprio perché la prima regola di chi vuole cominciare a fare trading online dovrebbe essere quella di sviluppare un esperienza ed un percorso ben preciso, un programma di lavoro con cui acquisire le competenze e l’esperienza necessarie per poter diventare un trader professionale e vincente. Quindi seguire di corsi di formazione, a volte gratuiti messi a disposizione del broker, dove poter acquistare le basi ed acquisire le informazioni e le conoscenze necessarie ad investire nel trading online.

Poi sicuramente si dovrà puntare su una fase di Studio dei mercati, comprendere, nella pratica, come si evolvono i diversi mercati finanziari e come muoversi nelle scelte dei prodotti e strumenti su cui puntare.
A questo punto la demo messa a disposizione dal broker farà al caso nostro, visto che ci consente di mettere in pratica tutto quello che si è imparato nella teoria, investendo denaro non reale e mettendo in pratica le nostre strategie a rischio zero.
Ed ovviamente dopo aver visto che la teoria si sposa bene con la pratica, iniziare con il trading online vero e proprio, aprire un conto reale, effettuare il deposito del capitale ed iniziare a fare trading, investendo sempre con moderazione e responsabilità.

Dove fare trading online

Come abbiamo detto, per fare trading online c’è bisogno di una piattaforma e di un conto di trading dove vincolare il proprio capitale ed effettuare operazioni. C’è quindi bisogno di un ambiente professionale e di strumenti efficaci.

La scelta del broker quindi diventa necessaria e fondamentale per iniziare. Il parametro che prenderemo come fondamentale è la regolamentazione. Ci si affida a broker regolamentati per una questione di sicurezza, e trattandosi dei nostri risparmi, è un punto chiave.
È opportuno allora scegliere il giusto broker e leggere le opinioni dei vari trader che usano quella piattaforma. Si può scegliere di fare trading online con le opzioni binarie se si punta ad un prodotto più semplice e intuitivo, oppure se la vostra idea è quella di puntare sui titoli, investire in materie prime o su valute, il vostro punto di partenza sarà un broker CFD.

Investire online

Con l’avvento dell’era informatica e tutto il mondo digitale anche il campo finanziario ed economico si è adeguato ed ha cambiato o ampliato i metodi e gli strumenti per investire denaro.
Oggi gli investimenti non si fanno facendo lunghe code in banca o in posta, o prendendo appuntamenti con un addetto che vuole solo propinare il prodotto per cui prenderà un bonus a fine mese. Oggi le scelte si possono fare in completa autonomia e sempre con la stessa sicurezza e professionalità del passato.

Oggi per investire i propri soldi basta un computer ed una connessione ad internet
, perché in rete si possono facilmente reperire tutte le informazioni, ci sono gli strumenti giusti per investire online e guadagnare da casa.
Investire online richiede la stessa dose di costanza, tempo e conoscenze di un investimento normale. Anzi investire online richiede delle conoscenze diverse e più specifiche perché i metodo e gli strumenti sono alla portata di chiunque ed è facile commettere errori se non si seguono determinati steps. Chi è interessato ad investire oggi i propri risparmi vuole farlo nel migliore dei modi e in rete ci sono migliaia di siti ed istruzioni più o meno oneste con cui chiunque può iniziare il suo percorso da investitore 2.0.
Infatti fino a poco tempo fa, quando investire online non era alla portata o a conoscenza di tutti, le informazioni e gli strumenti erano davvero difficili da reperire. Oggi invece tanti broker offrono possibilità di investimenti di vario genere, ed è possibile investire piccole somme o ingenti capitali, in borsa o nelle valute, nelle opzioni binarie o nel forex, senza muoversi da casa.

Investire online piccole somme

Diciamo che non abbiamo a disposizione un ingente somma, ma poche centinaia di euro, possiamo ancora pensare di investire online?
La maggior parte degli investitori vecchio stile aveva somme di denaro e capitali molto grandi e gli investimenti erano il loro campo dove la facevano da padrone. Se avessimo una somma elevata, sarebbe facile investire in azioni o obbligazioni o ancora nel mattone. Le scelte a questo punto sarebbero solo di carattere tecnico e di orizzonte temporale.

Oggi però investire online è qualcosa aperta anche a chi non ha grosse somme a disposizione, questo perché ci sono forme di investimento come le opzioni binarie per esempio, che con un investimento iniziale di poche centinaia di euro, possono portare guadagni che consentono di incrementare il proprio capitale per poi magari reinvestirlo in borsa o altrove.

Se si ha a disposizione un capitale ridotto non ha senso e certe volte non è tecnicamente possibile per esempio investire in titoli di stato dove la soglia minima di investimento è di 1000 euro o in fondi comune di investimento dove sono richiesti un minimo di 500 euro per aprire il conto. Oltre alla soglia, questi prodotti garantiscono profitti solo se il capitale iniziale è alto e si può puntare a diversificare il portfolio.

Tecnicamente invece, le opzioni binarie permettono di investire cifre molto ridotte, frazionando l’investimento e riducendo i rischi. Sono comunque strumenti finanziari e meritano un approfondimento anche se le cifre da investire sono basse.

Investire online in bond norvegesi

Un esempio di investimento che nell’ultimo anno ha dato molti frutti è quello in bond norvegesi.
La corona norvegese si è indebolita del 8% contro euro da inizio del 2015. Da un lato, la politica accomodante della Bce, dall’altro l’indebolimento della moneta norvegese causata dalla corsa al ribasso del prezzo del petrolio, hanno portato il cambio fino a 8,5 corone contro un euro. Gli investitori hanno iniziato a scommettere al rialzo, puntando su un rafforzamento della moneta norvegese e cosi è stato. Questo è un chiaro esempio di come con le giuste informazioni e delle prospettive di investimento di medio lungo periodo, si possa investire online ed ottenere profitti. Il mercato azionario è sempre al centro di speculazioni e c’è chi non se la sente di puntare su uno strumento finanziario tanto instabile.
Ci sono però strumenti per investire online in borsa con capitali contenuti e rischi più bassi, e magari ottenere vantaggi proprio con un investimento in bond norvegesi ma senza acquistare la moneta stessa.

Questo strumento si chiama forex, che concedendo un effetto leva all’investitore permette con soli 100 euro iniziali di avere un conto reale e puntare solo sul rialzo o il ribasso della moneta senza acquistarla realmente e quindi senza i rischi che il mercato azionario riserva.

Investire in borsa online

Posso investire in borsa online? E che differenza c’è tra farlo online o investire in borsa in banca?
Questa sono sicuramente le domande più comuni che chiunque si porrebbe se si trovasse nella situazione di voler investire in borsa. Si sente sempre più spesso parlare di trading in borsa online e possiamo affermare con sicurezza che esistono metodi per investire in borsa online e ci sono differenze con il farlo in banca. Per evidenziare queste differenze faremo degli esempi.
La differenza tra investire in borsa online e andare in banca per comprare titoli è data per prima cosa dalla maggior praticità che caratterizza l’opzione online. Infatti, tutta la burocrazia alla base dell’acquisto di titoli o azioni usando il vecchio metodo dell’istituto bancario è negativamente disarmante rispetto alla praticità e alla rapidità dell’acquisto di un qualunque CFD azionario tramite una piattaforma di trading online. Vista l’abisso creatosi ultimamente anche le banche e le Poste Italiane hanno deciso di offrire la possibilità di negoziare su CFD e farlo online.

Investire in azioni online

Abbiamo visto come uno dei sistemi più semplici per comprare o vendere azioni è di usare uno dei prodotti di piazzamento proposti dalle banche online. I vantaggi sono numerosi perché sarà la banca che si farà carico di portare a termine i vostri ordini.
Un grande inconveniente di questo sistema però sono le spese visto che molte volte superano il 4%.

Un altro metodo consiste nel rivolgersi ad un mediatore online detto anche broker. Il funzionamento è del tutto identico a quello delle banche online, con la differenza che i costi di gestione saranno abbattuti.

I broker vi permettono di ottenere guadagni attraverso la speculazione in Borsa, senza però acquistare realmente azioni o altri prodotti del mercato azionario. Basta solo speculare sull’evoluzione del valore reale ed in questo caso parliamo di CFD e delle opzioni binarie.

Prima di decidere per l’una o l’altra opzione, dovete sempre valutare il vostro profilo di rischio e maturare un buon livello di conoscenza in materia di borsa. Un investimento razionale sarà sicuramente sicuro e vincente.

Analisi Tecnica: Le Basi

Quali sono i fondamenti dell’analisi tecnica? L’analisi tecnica è lo strumento più utilizzato dai trader di tutto il mondo, in quanto consente di capire il presente, ottenendo spunti per il futuro, semplicemente analizzando la situazione passata dei prezzi.

Per un’analisi corretta e di alto livello su una coppia forex, ma anche per le azioni, indici e materie prime, è di fondamentale importanza conoscere le basi dell’analisi tecnica. Per fare l’analisi tecnica di un qualunque mercato, bisogna capire come si muovono i prezzi di un mercato sul grafico.

L’analisi tecnica, studia la domanda e l’offerta che ci sono sul mercato, per determinare in quale direzione futura un mercato si muoverà. La base principale dell’analisi tecnica è quindi quella di studiare il sentiment di mercato.

Che cosa è l’analisi tecnica?

Definizione Analisi Tecnica: l’Analisi Tecnica è un metodo di valutazione di un certo mercato, grazie all’analisi dei dati che sono stati generati attraverso l’attività sul mercato.

L’analisi tecnica, utilizza i grafici e altri strumenti che vengono sfruttati per identificare i pattern di mercato, ovvero delle configurazioni che possono aiutare a suggerirne l’andamento futuro.

Esistono diversi tipi di analisi tecnica: molti utilizzano i pattern, altri gli indicatori o oscillatori, altri utilizzano un mix di tutte queste tecniche. L’uso del prezzo storico è però l’aspetto che la fa da padrone in questo contesto.

Per chi studia i grafici attraverso l’analisi tecnica, non importa moltissimo se un cambio valutario o un indice di borsa è sottovalutato o sopravvalutato. L’unica cosa che conta, per una persona che utilizza giornalmente l’analisi tecnica, sono l’andamento passato del prezzo, e le informazioni che si posso ricavare dai movimenti futuri.

Le basi dell’Analisi Tecnica

Le basi dell’analisi tecnica, sono fondate essenzialmente su 3 principi base.

1. Il mercato sconta tutto: gli scettici che denigrano l’analisi tecnica, affermano che quest’ultima non considera i fattori fondamentali, come ad esempio le news economiche. In realtà però, l’analisi tecnica si basa sul fatto che il cambiamento del prezzo su un dato mercato, è in realtà un fattore macroeconomico, in quanto il prezzo rappresenta tutto ciò che ha influenzato o potrebbe influenzare il mercato.
Gli analisti tecnici, credono infatti che i fondamentali, assieme agli svariati dati economici e sentiment di mercato, siano già ben prezzati sulla quotazione, rendendo quindi trascurabile l’analisi “separata”

2. I prezzi si muovono in base ai trend: Secondo gli esperti di analisi tecnica, i movimenti di prezzo che ci sono su un mercato, seguono precisamente l’andamento di un trend (almeno sul lungo termine). Dopo la conferma di un trend quindi, il movimento futuro del prezzo può verificarsi verso la solita direzione del trend. Infatti, gran parte dell’analisi tecnica, si basa proprio su questo principio.

3. La storia, si ripete: è proprio vero, la storia tende a replicarsi nel tempo. I prezzi hanno una natura estremamente ripetitiva. Le Onde di Elliot (che si basano su un’altro indicatore fondamentale, Fibonacci) sono infatti un esempio di come i mercati si muovono in Cicli.

Forex Trading

Il Forex Trading è senza troppi giri di parole, uno dei metodi d’investimento più redditizi, e forse anche il meno rischioso. Attraverso il Forex trading, è infatti possibile investire nel grandissimo mercato delle valute, mercato che macina ogni giorno miliardi e miliardi di dollari in contrattazioni, che hanno incoronato questo mercato come il più prolifico al mondo.

Ma come funziona il Forex Trading?

Per spiegare come funziona il mercato delle valute, senza troppe perdite di tempo, è consigliabile utilizzare un esempio.

Esempio: mettiamo che la prossima settimana dovremo partire per gli Stati Uniti, e decidiamo dunque di andare a scambiare 1000 euro  in dollari, ci verrà dato il corrispettivo in dollari allo sportello Western Union, o quello dell’aeroporto. Se la forza del dollaro dovesse essere stata maggiore e quella dell’euro minore (o un mix dei due), il numero di dollari che avremmo ricevuto sarebbe stato minore. Se invece la forza del dollaro dovesse essere stata minore e quella dell’euro maggiore (o un mix dei due), il numero di dollari che avremmo ricevuto, sarebbe stato maggiore.

La forza del dollaro, è misurata dal prezzo. Nell’esempio, precedente, il grafico di prezzo che governa il cambio EURO per DOLLARI è il seguente, EUR/USD:

Forex-Trading-Grafico

Il grafico di prezzo in questione, riassume tutti i cambiamenti che ci sono stati dal 2008 ad oggi. Come è possibile notare da questo grafico, negli ultimi 10 anni circa, il valore dell’Euro è crollato, e quello del dollaro è aumentato sensibilmente.

Questo significa che per scambiare quei fatidici 1000 euro, noi italiani ci avremmo guadagnato estremamente di più nel 2008, invece che adesso, dove l’Euro vale praticamente carta straccia rispetto a 10 anni fa.

Se 1 euro valeva ben 1,50 dollari nel 2008 e oggi ne vale soltanto 1,13, questo significa che per 1000 euro noi nel 2008 avremmo ricevuto ben 1500 dollari, e oggi soltanto 1130! Stiamo parlando di una svalutazione di 370 dollari nel giro di poco meno di 10 anni, un bel gruzzoletto se si tratta di andare in vacanza negli Stati Uniti! Ovviamente poi vanno calcolati tanti altri fattori, come il potere d’acquisto, ma adesso ci stiamo concentrando semplicemente sulla valuta, in modo da semplificare le cose, da bravi economisti.

Cosa significa questo? Significa che l’Euro è una valuta molto meno competitiva per chi deve andare negli USA a spendere, ma molto competitiva per chi deve venire da noi in Italia, ad esempio, a farsi le vacanze, per non parlare delle aziende estere che devono importare merci dall’Italia, e quindi delle aziende italiane che vogliono esportare negli USA, gli svantaggi ci sono, ma non per le esportazioni in questo caso.

Questa è quindi una spiegazione semplice di come funziona il mercato delle valute, ma quando si tratta di fare Forex Trading, come funziona?

Forex Trading, come funziona?

Il Forex Trading, consiste nello speculare nei mercati valutari. Attraverso i CFD è possibile contrattare nelle coppie valutarie in maniera molto semplice. Pensiamo che EUR/USD salirà? Bene, clicchiamo su BUY e aspettiamo che la posizione vada in profitto, per guadagnare. Il bello del Forex, è che si può speculare anche al ribasso! Questo significa quindi che se crediamo che la coppia EUR/USD vada al ribasso, è possibile anche premere sul bottone VENDI, per guadagnare anche in caso di ribasso del mercato.

Le valute sono influenzate principalmente dai tassi d’interesse, quindi è buona norma tenere sempre d’occhio questi valori. Il calendario economico è uno degli strumenti più utilizzati dai trader forex, che ogni giorno fa trading sui mercati valutari tenendo sempre d’occhio sia l’analisi tecnica, che quella macroeconomica.

Opzioni Binarie: sono semplici da usare?

Sempre più persone oggigiorno decidono di abbandonare il classico investimento in Buoni Fruttiferi Postali, conto in banca classico, azioni o forex, per decidere di spostare i propri soldi in un veicolo d’investimento ben più redditizio, che promette di raddoppiare il proprio conto anche in pochi minuti. Ad esempio, se investo 10 dollari, quest’ultimi possono diventare 20 nel giro di qualche secondo, in maniera del tutto indolore. Si chiamano opzioni binarie, oppure operazioni binarie.

Ma non stiamo parlando della “Moltiplicazione del pane e dei pesci” ovvero un miracolo di Gesù descritto nei Vangeli, ma stiamo parlando di un qualcosa che viene fatto oggi e non circa 2000 anni fa. Le opzioni binarie sono tuttavia uno strumento d’investimento molto rischioso, e che non consigliamo a tutti, in quanto può essere perso tutto il capitale in pochissimo tempo, se non si è attenti e oculati negli investimenti.

Vengono chiamate opzioni binarie, tutte quelle tipologie di investimenti che permettono agli investitori di guadagnare e operare in modalità facile e veloce sui vari mercati finanziari, con le opzioni binarie è possibile investire in tutti quei mercati ai quali siete sicuramente abituati (se non lo siete vi abituerete in poco tempo, vista la facilità):

1. Valute
2. Materie Prime
3. Azioni
4. Indici

Le opzioni binarie sono senza dubbio uno dei metodi d’investimento più semplici dove investire i propri soldi, e sono inoltre allo stesso dei sistemi d’investimento che non potrebbero sembrare di facile utilizzo agli investitori classici.

Caratteristiche Opzioni Binarie

Le opzioni binarie hanno delle caratteristiche molto particolari, tutte essenzialmente molto vincenti, che permettono di:

– Avere dei rendimenti elevati anche in poco tempo (fino a 30-60 secondi). Il rendimento massimo può variare in base al broker scelto, molti offrono dei rendimenti superiori all’80%.
– Piattaforma e concetti semplici
– Il rischio/Rendimento si conosce già ancor prima di aprire la posizione a mercato, esiste inoltre anche lo stop loss, che serve per massimizzare le vincite e minimizzare le perdite

Come si fa trading con le opzioni binarie?

opzione-binarie-esempio

Il trading con le opzioni binarie è molto semplice, come potete vedere dall’immagine dell’esempio qua sopra, son presente, solitamente, i due tasti più importanti, che sono quelli UP e DOWN e che consistono di investire al rialzo oppure al ribasso in qualsiasi tipologia di mercato attualmente presente al mondo.

Sono poi presenti altri tasti molto importanti:

– Seleziona un asset: serve per scegliere il mercato nel quale si vuole investire
– Investimento: serve per scegliere quanto investire (più si investe e più si guadagna)
– Scadenza: serve per decidere quando il nostro investimento verrà chiuso (più lontana è la scadenza e più è difficile la previsione da fare)
– Return: quanto guadagnerete dall’investimento (in questo caso 80%)

Molti pensano che fare trading con le opzioni binarie sia una cosa da guru della finanza, ma conosciamo moltissime persone che sono partite da zero, e si sono tolte non poche soddisfazioni con questi metodi di investimento. Iniziare non costa nulla, in quanto gran parte dei broker permettono di iniziare a fare trading con una piattaforma demo, e di ricevere numerosi bonus di trading, anche senza deposito.

Bitcoin: come funziona?

Il Bitcoin è senza dubbio uno di quei mercati più adorati dagli investitori, ma anche un metodo per acquistare e vendere in maniera molto semplificata. Il Bitcoin è una valuta virtuale, che è completamente decentralizzata, quindi questo significa che non è presente una banca centrale a controllare i vari scambi (come ad esempio la Banca Centrale Europea, che controlla l’Euro attraverso la politica monetaria).

Importante anche considerare il fatto che il Bitcoin è presente al mondo in quantità limitata, diversamente rispetto alle altre economie alle quali siamo ben abituati ogni giorno.

In un’economia centralizzata infatti, la moneta è emessa da una banca centrale a un tasso che dovrebbe corrispondere alla crescita della quantità di beni che vengono scambiati in modo che questi beni possano essere scambiati con prezzi stabili. La base monetaria è controllata da una banca centrale. Negli Stati Uniti, la Fed aumenta la base monetaria mediante l’emissione di moneta, aumentando la quantità che le banche hanno in riserva, e più recentemente, stampando denaro elettronicamente in un processo chiamato Quantitative Easing.

In un sistema monetario totalmente decentrato, non vi è alcuna autorità centrale che regola la base monetaria. Bensì, la valuta è creata dai nodi di una rete peer-to-peer. L’algoritmo di generazione dei Bitcoin definisce, in anticipo, come verrà creata valuta e a quale tasso. Ogni moneta che viene generata da un utente malintenzionato che non segue le regole, verrà respinta dalla rete.

I Bitcoin vengono creati ogni volta che un nuovo utente scopre un nuovo blocco. Il numero di Bitcoin generati per blocco diminuisce matematicamente del 50% ogni 5 anni. Il numero di Bitcoin presenti al mondo, non sarà superiore a 21 milioni di bitcoin. Per questo motivo, la valuta potrebbe subire una pesante deflazione se dovesse continuare ad essere utilizzata.

Ma che cos’è il Bitcoin?

Con tutti questi discorsi da “economisti”, vi avremo certamente annoiato, ma non era certamente nostra intenzione, anzi. Adesso cerchiamo però di rimediare subito, spiegando che cos’è il Bitcoin. Il Bitcoin è una moneta digitale decentrata che consente di effettuare pagamenti istantanei a chiunque, in qualsiasi parte del mondo. Bitcoin utilizza la tecnologia peer-to-peer per funzionare senza un’autorità centrale: la gestione delle transazioni e l’emissione di moneta sono svolte congiuntamente dalla rete.

Il software originale di Bitcoin, creato da Satoshi Nakamoto è stato rilasciato sotto la licenza MIT. La maggior parte del software client, derivato o fatto “da zero”, utilizza anch’esso le licenze open source.

Bitcoin è la prima implementazione di successo di una cripto-valuta totalmente distribuita, descritta in parte nel 1998 da Wei Dai sulle mailing list cyberpunk. Sulla base del concetto che il denaro è un oggetto, o una qualsiasi tipo di “registrazione”, ed è accettato come pagamento di beni e servizi e rimborso dei debiti in un determinato paese o contesto socio-economico, Bitcoin è stato progettato intorno all’idea di usare la crittografia per controllare la creazione e il trasferimento di denaro, piuttosto che basarsi sulle autorità centrali.

Come funziona il Bitcoin?

Bitcoin utilizza la crittografia a chiave pubblica, peer-to-peer, e il “proof-of-work” per elaborare e verificare i pagamenti. I Bitcoin vengono inviati (o firmati) da un indirizzo all’altro, e ogni utente può potenzialmente avere molti indirizzi. Ogni operazione di pagamento è trasmessa alla rete e inclusa nel blockchain, in modo che i bitcoin inclusi non possano essere spesi due volte. Dopo un’ora o due, ogni transazione viene bloccata in tempo dall’incredibile potenza di elaborazione (costituita da tutti i cosiddetti “miner” sparsi nel mondo) che rende la blockchain sicura e potenzialmente a prova di hacker. Usando queste tecniche, Bitcoin fornisce una rete di pagamento veloce ed estremamente affidabile, che chiunque può utilizzare.

Bitcoin: i vantaggi

I Bitcoin vengono inviati facilmente attraverso Internet, senza bisogno di dover utilizzare risorse di terze parti.
Le operazioni fatte con Bitcoin, hanno svariati vantaggi:

  • Sono irreversibili
  • Sono veloci. I fondi ricevuti sono disponibili dopo pochi minuti.
  • Costano molto poco, soprattutto rispetto ad altre reti di pagamento.
  • La fornitura di bitcoin è regolata da un software e l’utilizzo da parte degli utenti del sistema non può essere manipolato da qualsiasi governo, banca, organizzazione o individuo. L’inflazione limitata della massa monetaria del sistema Bitcoin è distribuita in modo uniforme (dalla potenza della CPU) dei miners (minatori), che consentono di proteggere la rete da possibili attacchi esterni.

Guadagnare con Bitcoin

Si può guadagnare con Bitcoin essenzialmente con due metodi:

  • Comprando Bitcoin nei numerosi exchange (come Virwox)
  • Contrattando il Bitcoin con i CFD attraverso i broker di trading online come eToro o Plus500

Il vantaggio principale dei broker di trading online è che  consentono di speculare su questo mercato, così estremamente liquido e quindi soggetto a movimenti rialzisti e ribassisti molto repentini. Guardate che altalena che c’è stata da parte dei prezzi di BTC negli ultimi due anni:

Bitcoin-Prezzo

I prezzi sono oscillati da 600 dollari a Bitcoin del 2014, crollando sull’incredibile livello di soli 200 dollari per bitcoin nel 2015, per poi recuperare tutto nel giro di un anno. I prezzi sono molto volatili, essenzialmente perché i volumi sono molto bassi, e la liquidità è molto sottile, causando quindi dei veri e propri “terremoti” ogni volta che le contrattazioni aumentano a causa di una news in grado di scuotere il mercato e i vari speculatori presenti. Anche secondo gli esperti, l’ultimo movimento che ha portato il Bitcoin a raggiungere il massimo prezzo degli ultimi 20 mesi, è un mero schema di “pump and dump” degli speculatori, che vogliono portarsi a casa più profitti possibili, prima di disfarsi totalmente dei Bitcoin.

Guadagnare con Bitcoin non è certamente facile come bere un bicchier d’acqua, ma speculare al ribasso o al rialzo con i CFD è certamente una scelta più saggia rispetto a comprare Bitcoin veri e propri e aspettare che prima o poi salgano, rischiando di rimanere “bruciati” in un possibile crollo improvviso di questo mercato. Inoltre, detenere in questo momento storico i Bitcoin, ha pochissimo senso, in quanto oltre al grande rischio, c’è anche il problema che gli e-commerce che accettano Bitcoin sono veramente pochi; ricordiamo infatti che Amazon accetta solo carte di credito/debito, eBay invece accetta principalmente Paypal (azienda che ha messo al bando i Bitcoin) e la quantità di siti web che accettano la criptovaluta sono soltanto una piccola parte degli e-commerce presenti nella rete.

Borsa virtuale: tutto quello che c’è da sapere

La Borsa Virtaule appasiona parecchio gli italiani. Dopo tutto da sempre la Borsa è un luogo magico, dove secondo l’immaginario collettivo è possibile moltiplicare letteralmente i propri soldi quasi senza fare nulla. Inutile dire che si tratta di poco più di una leggenda metropolitana. In effetti la Borsa non è affatto questo luogo mitico, una sorta di campo dei miracoli dove si possono seminare gli zecchini d’oro per vedere crescere alberi carichi di monete. Tuttavia è anche vero che la Borsa può generare profitti anche elevatissimi, a patto però di usare gli strumenti giusti e studiare moltissimo.

La borsa virtuale può essere il primo passo per cominciare a investire in Borsa, su questo non ci sono dubbi. Ma che cosa è davvero la Borsa Virtuale? Qual è la miglior versione di Borsa virtuale presente oggi sul mercato? Per prima cosa, suggeriamo a tutti coloro che sono interessati alla Borsa virtuale di visitare http://www.diventaretrader.com/giocare-in-borsa-simulazione.html che è una delle migliori pagine web in italiano dedicate all’analisi della borsa virtuale.

Notiamo, giusto per inciso, che a differenza di altri portali web dedicati alla finanza e al trading on line, non siamo gelosi dei nostri lettori: quando c’è una risorsa di qualità da qualche parte sul web la segnaliamo subito con grande piacere.

Tornando alla Borsa Virtuale, cerchiamo di capire come funziona e qual è il modo migliore di fare simulazione di borsa. In teoria, una simulazione di Borsa potrebbe essere fatta anche semplicemente prendendo carta e penna, segnandosi quali titoli si comprano, le quantità e i prezzi attuali. Poi si potrebbe decidere, dopo un po’, di vendere e quindi si riprende carta e penna e si fanno le differenze di prezzo per vedere se il trading in Borsa è stato fruttuoso o meno. Non nascondo che io stesso, quando ero un bambino, ho fatto una simulazione di Borsa utilizzando questa tecnica, prendevo i prezzi da un quotidiano, li annotavo e cercavo di ottenere guadagni virtuali. Come nota di colore, puntai tutto su un’azienda che era crollata, nell’attesa del rimbalzo, e persi tutto perché era un’azienda che stava letteralmente fallendo. Una bella lezione sul funzionamento dei mercati, senza dubbio.

Vivendo in un’era altamente tecnologica (all’epoca della mia simulazione di Borsa con carta e penna internet era ancora lontanissimo dall’arrivare nelle case degli italiani) ci occupiamo ovviamente di simulatori di Borsa online. Qual è il miglior simulatore di borsa che oggi possiamo trovare su internet? Lasciamo stare i simulatori fatti apposta per essere simulatori: sono sempre poco meno che giocatolli e non insegnano nulla. Certo, se l’obiettivo è solo giocare vanno benissimo. Ma se l’obiettivo che ci spinge a giocare in borsa in modo virtuale è imparare a giocare in Borsa con soldi reali, c’è una sola soluzione che funziona davvero ed è quella di usare le piattaforme demo dei migliori broker per fare trading online.

In effetti il vantaggio in questo caso è duplice: da una parte l’interfaccia è fatta sicuramente molto meglio rispetto a quella dei simulatori giocattolo e le quotazioni sono veramente accurate e in tempo reale (ci sono simulatori farlocchi che aggiornano le quotazioni solo una volta al giorno). Dall’altra parte, inoltre, chi vuole passare a operare in Borsa con soldi veri può approfittare del tempo passato nella simulazione per capire davvero bene come funziona la piattaforma.

Il problema della Borsa virtuale

Purtroppo però non sono tutte rose e fiori. Anche scegliendo il miglior sistema di Borsa virtuale sul mercato, ad esempio quello di Markets, resta il problema di fondo che la Borsa virtuale non insegna davvero a fare trading in Borsa. La Borsa non è solo tecnica, è anche emozione o meglio controllo delle emozioni. Chi si fa dominare dalla paura di perdere soldi, per dire, non riuscirà mai a guadagnare davvero soldi in borsa. Quando si opera con la Borsa virtuale, purtroppo, non si riesce a imparare il dominio delle emozioni. Quello si impara solo operando con soldi reali, puntando e magari anche perdendo. I grandi trader della Borsa sono quelli di perdere soldi senza battere ciglio, senza andare nel panico e senza urlare alla truffa e alla teoria del complotto. I broker hanno tutto l’interesse a far guadagnare i trader, almeno quelli seri. Se credi che il broker di Borsa stia li per rubare, allora è molto meglio che non cominci nemmeno. Mettiti comodo sul divano, prepara una bella quantità di cibo spazzatura e dedicati a guardare la televisione. E’ quello che fa per te. Dopo tutto, non è obbligatorio diventare ricchi facendo trading online in borsa!

Scopri come guadagnare con il trading online